Tris all’Udinese, anche il recupero è vinto! Record di punti nel girone d’andata




Lazio-Udinese 3-0

La Lazio vince 3-0 il recupero contro l’Udinese, e continua a volare in classifica. Adesso è terza da sola, a +3 sull’Inter mentre i gol continuano ad arrivare a grappoli: ben 13 nelle ultime 3 gare, nonostante l’assenza di Immobile (questa sera in tribuna, ancora da verificare le sue condizioni post-infortunio). Stasera, trattandosi del recupero della 12a giornata d’andata, non giocata lo scorso 5 novembre per il diluvio che si era abbattuto sull’Olimpico, si scrive anche un record: 40 punti nel girone d’andata, battuti i precedenti 39 che risalivano al 2012-13, la prima stagione di Petkovic. Insomma è la Lazio dei record, ma il bello viene adesso e non si è fatto ancora nulla. Il rimpianto sono quei punti persi per colpa del Var tra Torino e Fiorentina, che oggi avrebbero proiettato la squadra in piena lotta scudetto con Napoli e Juve. E per come la squadra gioca, non è un paragone campato in aria. Oggi i gol sono stati di Felipe Anderson e Nani, due riserve (sulla carta) e che hanno trovato la maglia da titolare in un insolito tandem. La terza marcatura, che poi è la prima che ha sbloccato il match, è un autogol di Samir.

Inzaghi si presenta con il 3-5-1-1 e il tandem d’attacco di cui sopra, vuoi per cause di forza maggiore (infortunio Immobile) vuoi per scelta tecnica (Luis Alberto in panchina). Anche sulle fasce ci sono dei cambi: dentro Basta e Lukaku, fuori Marusic e Lulic. Il centrocampo e la difesa è quella “titolare”. L’Udinese dell’ex Oddo (omaggiato e salutato dalla Curva Nord prima della gara, insieme a Luciano Zauri, presente nello staff del tecnico bianconero) si presenta mettendosi a specchio con i biancocelesti e preferendo Fofana a Jankto. In attacco dentro Maxi Lopez e Perica, out De Paul (Lasagna è KO). Sono i biancocelesti ad avere le prime chance, a lasciarsi preferire, anche se non nascono delle vere e proprie palle-gol. Felipe Anderson e Nani non dialogano alla perfezione, spesso si pestano i piedi. Nel cuore del primo tempo, così come accaduto domenica contro il Chievo, la Lazio passa: Milinkovic arriva su una pallone difficile da giocare e mette un ottimo cross nel mezzo, sul quale Samir, nel tentativo di anticipare Parolo, con un goffo colpo di testa, batte l’ex Bizzarri. La Lazio prova ad amministrare, cercando il raddoppio appena possibile. Ma è l’Udinese ad andare vicinissima al gol del pareggio con un’accelerazione di Barak che, dopo un’azione tutta di prima dei friulani, si trova davanti a Strakosha che però è bravissimo a negargli il pareggio, così come Radu a murare il tap-in di Perica.

La ripresa si apre subito con il raddoppio biancoceleste con una giocata sull’asse Felipe Anderson-Nani, finalmente decisiva. Il brasiliano se ne va sull’out sinistro e mette in mezzo un cioccolatino per il portoghese, che arriva giusto in tempo, scarta, e fa 2-0. I minuti successivi vedono i friulani prendere sempre più possesso del campo, andando anche vicini alla riapertura della gara. L’ingresso di De Paul dà una carica maggiore, mentre Inzaghi inserisce Lulic e Luis Alberto. Milinkovic va vicino al tris prima di uscire. Da un rinvio sbagliato di Strakosha nasce una grandissima occasione proprio per De Paul, su cui è strepitoso a riscattarsi il portiere albanese, deviando in angolo. Poco dopo Fofana si libera al tiro dalla trequarti e la conclusione finisce di centimetri fuori. Ci pensa Anderson, dunque, a chiudere i giochi, a pochi minuti dalla fine, quando scatta sul filo del fuorigioco e mette dentro il 3-0 definitivo.

IL TABELLINO
LAZIO-UDINESE 3-0

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Wallace, de Vrij, Radu; Basta, Parolo (86′ Murgia), Leiva, Milinkovic (65′ Lulic), Lukaku; Felipe Anderson, Nani (72′ Luis Alberto). A disp: Vargic, Guerrieri, Patric, Caceres, Luiz Felipe, Bastos, Marusic, Jordao, Caicedo. All.: Simone Inzaghi

UDINESE (3-5-2): Bizzarri; Nuytinck, Danilo, Samir; Stryger Larsen, Barak (55′ De Paul), Hallfredsson (79′ Balic), Fofana, Pezzella; Maxi Lopez, Perica (64′ Jankto). A disp: Scuffet, Pizzignacco, Angella, Caiazza, Donadello, Ingelsson, Pontisso, Jaadi. All.: Massimo Oddo

ARBITRO: Luca Banti (Livorno)

MARCATORI: 22′ aut. Samir (L), 47′ Nani (L), 87′ Felipe Anderson (L)

NOTE. Ammoniti: Perica, Samir (U). Recupero: 2′ pt, 3′ st

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!