Suso riprende la Lazio nel finale, persi due punti pesantissimi




lazio-milan 1-1

La Lazio pareggia 1-1 in casa contro il Milan che pareggia solo all’85′ grazie a Suso. Persi così due punti pesantissimi, per tante ragioni. Eccone alcune: il sorpasso di Inter e Atalanta in classifica, la zona-Europa sempre più a rischio (ora è sesto posto) e anche il Milan, una diretta concorrente è sempre lì, a 3 punti e non viene allontanato. Se ci mettiamo una gara a tratti dominata e non vinta e l’ennesima non vittoria contro le grandi, il quadro è completo. Due punti persi, non c’è che dire, in una gara che contava moltissimo. Ora sarà davvero un’impresa cercare di mantenere le posizioni europee. Il protagonista è stato comunque, nel bene e nel male, Donnarumma.

Inzaghi sceglie ancora il 4-3-3 con Keità nel tridente offensivo e ancora Hoedt in difesa. Nel Milan, difesa in emergenza, Montella sceglie per Poli e non Bertolacci a centrocampo e per il tridente “leggero” senza nè Bacca nè Lapadula ma con Ocampos-Deulofeu-Suso. La prima mezz’ora è un monologo laziale con varie occasioni. Felipe Anderson fa quello che vuole sulla sua fascia e va vicino al gol così come Immobile. Su un corner è anche Hoedt ad andare ad un passo dal vantaggio ma Donnarumma è praticamente monumentale. Nell’ultima occasione del primo tempo però, proprio un’uscita del portiere rossonero su Immobile provoca il calcio di rigore. Penalty contestatissimo perché il baby portiere protesta vivacemente per non aver toccato l’attaccante e la moviola gli dà ragione anche se a velocità normale sembra rigore netto. C’è da considerare però, anche un tocco di Gomez sullo stesso Immobile. Comunque dal dischetto Biglia fa 1-0 ma Donnarumma per poco non para.

Nella ripresa il copione del match non cambia più di tanto anche se il Milan prova ad essere più incisivo ma sue vere occasioni non se ne contano. E’ la Lazio a sfiorare il raddoppio più volte fino a quella avuta da Immobile all’83’ che si presenta a tu per tu con Donnarumma, con anche Anderson libero dall’altra parte del campo. L’ex Pescara tira, ma il portiere della Nazionale fa il miracolo e si resta sull’1-0. Gol mangiato, gol subito? E’ la dura legge del calcio: un paio di giri di orologio e Suso, dopo essersi liberato di tre giocatori laziali, lascia partire un tiro preciso e angolato che si infila alle spalle di Strakosha (titolare per un infortunio di Marchetti nel riscaldamente). E’ l’1-1 e la fine dei sogni di gloria laziali. Gli ultimi minuti vedono addirittura la squadra di Montella tentare il colpaccio ma non c’è più tempo.

Due punti buttati e una grossa occasione sprecata, sabato si andrà ad Empoli in una trasferta storicamente non facile ma a questo punto bisognerà per forza vincere in un campionato che non conosce soste per chi vuole davvero l’Europa.

IL TABELLINO
LAZIO-MILAN 1-1

LAZIO (4-3-3): Marchetti; Basta, de Vrij, Hoedt, Radu (87′ Patric); Parolo, Biglia, Milinkovic-Savic; Felipe Anderson (87′ Lombardi), Immobile, Keita (65′ Lulic). A disp. Strakosha, Vargic, Wallace, Bastos, Lukaku, Murgia, Crecco, Djordjevic, Tounkara. All.: Simone Inzaghi

MILAN (4-3-3): Donnarumma; Abate, Gomez, Zapata, Vangioni; Poli (77′ Mati Fernandez), Locatelli (52′ Sosa), Pasalic; Suso, Deulofeu, Ocampos (63′ Lapadula). A disp. Storari, Plizzari, Zucchetti, El Hilali, Honda, Bertolacci, Bacca. All.: Vincenzo Montella

ARBITRO: Antonio Damato (Barletta)

MARCATORI: 46′ pt rig. Biglia (L), 40′ Suso (M)

NOTE. Ammoniti: Radu, Milinkovic-Savic (L), Vangioni, Mati Fernandez (M). Recupero: 4′ st
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!