Scandalo e vergogna all’Olimpico: hanno fermato la Lazio!




lazio-torino 1-3

Vergognoso quanto accaduto questa sera all’Olimpico, hanno fermato la Lazio! C’è poco da parlare di campo dopo quanto avvenuto, con i biancocelesti palesemente danneggiati dall’arbitraggio di Giacomelli e dal Var. Se per le prime situazioni a sfavore accorse nelle ultime settimane (dal derby al rigore contro la Fiorentina all’ultimo secondo) si poteva pensare di episodi in buona fede, dopo quanto avvenuto bisogna davvero iniziare a pensare che sotto ci sia qualcosa e che questa Lazio va fermata. Troppi episodi e soprattutto troppo scandaloso quanto successo questa sera. Il problema peggiore è che tutto è avventuo con il Var, quindi al video, senza dubbi per sviste o sbagli arbitrali. Proviamo a mettere ordine di quanto realmente successo al 43′ del primo tempo: Immobile crossa, Iago Falque (che arriva in corsa) prende la palla con la mano (braccio largo, rigore netto). La squadra biancoceleste protesta ma l’azione prosegue: assist di Luis Alberto ancora per Immobile che tutto solo davanti a Sirigu coglie il palo. Conclusa l’azione l’ex di serata continua a protestare per il rigore di poco prima, con Burdisso che gli viene incontro e tra i due nasce uno scambio non troppo amichevole. L’ex Roma provoca e a quel punto Immobile accenna una mezza spallata, molto leggera, che colpisce di striscio il difensore granata, che si butta a terra per evitare il colpo, ma si rialza subito. E secondi dopo dirà anche “Non c’è bisogno del Var, Immobile non mi ha toccato”. Invece Giacomelli al Var ci va eccome. Per fare giustizia e dare il rigore? No, per espellere il bomber biancoceleste.

E il danno, oltre la beffa, è che ora per Immobile è in arrivo una squalifica probabilmente non di una sola giornata: ne prenderà due o tre, e visto che la terza gara in questione è uno scontro diretto contro l’Inter, forse già dobbiamo ipotizzare quale sarà la decisione del Giudice Sportivo? Tutto il resto si commenta da solo, ed è difficile provare a parlare di calcio in una serata in cui il calcio è francamente morto.Si potrebbe dire che il primo tempo è stato molto equilibrato e ha visto i biancocelesti soffrire più del dovuto, con continui contropiede da parte dei ragazzi di Mihajlovic che vanno spesso vicino al gol, anche se sono imprecisi. Gli uomini di Inzaghi hanno il possesso e le iniziativi migliori ma è come se fosse che la squadra dia il meglio di sè in trasferta, quando non è costretta a condurre il match. Quando si trova di fronte, in casa, avversari medio-alti va sempre in difficoltà. Probabilmente si poteva anche arrivare al fatidico minuto 43′ con un punteggio diverso ed evitare quanto successo. Alla fine del primo tempo è ancora 0-0, ma ci vuole poco per intuire come finirà questo teatrino nella ripresa. Prima Leiva va vicino all’insperato vantaggio biancoceleste poi è il Toro a piazzare un uno-due prevedibile: prima con Berenguer (schierato al posto di un Ljajic spedito in tribuna e punito da Mihajlovic) poi con Rincon. In mezzo Inzaghi le prova tutte mandando in campo Basta, Felipe Anderson (al debutto stagionale in campionato) e Caicedo. Prova a riaprirla una perla di Luis Alberto, ma Edera (subentrato da poco) la chiude di nuovo. A pochi minuti dalla fine da segnalare che l’autore del gol laziale è costretto ad uscire per infortunio e lasciare i suoi in 9. Si spera nulla di grave, per una squadra che dovrà fare a meno anche di Immobile nelle prossime gare, se proprio si ha la voglia di andare avanti in questo teatrino che sta diventando il calcio italiano.

IL TABELLINO
LAZIO-TORINO 1-3

LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Bastos (55′ Basta), de Vrij, Radu; Marusic (55′ Felipe Anderson), Parolo, Leiva (58′ Caicedo), S. Milinkovic, Lulic; Luis Alberto; Immobile. A disp: Vargic, Guerrieri, Patric, Wallace, Luiz Felipe, Murgia, Lukaku, Jordao, Palombi. All.: Simone Inzaghi

TORINO (4-3-3): Sirigu; De Silvestri, N’Koulou, Burdisso, Molinaro; Rincon (85′ Acquah), Valdifiori, Baselli (75′ Obi); Iago Falque (70′ Edera), Belotti, Berenguer. A disp: V. Milinkovic, Ichazo, Lyanco, Moretti, Barreca, Fiordaliso, Kone, Boye, De Luca. All.: Sinisa Mihajlovic

ARBITRO: Piero Giacomelli (Trieste)

MARCATORI: 54′ Berenguer (T), 64′ Rincon (T), 69 Luis Alberto (L), 73′ Edera (T)

NOTE. Ammoniti: S. Milinkovic (L), N’Koulou (T) Espulso: al 46′ pt Immobile (L). Recupero: 5′ pt, 2′ st

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!