Passa la Juve all’Olimpico ma è grande Lazio!


La Lazio perde la sua prima partita stagionale, al debutto all’Olimpico, contro la Juventus penta-campione d’Italia per 0-1. Ma il risultato è bugiardo perchè si è vista una grande Lazio e il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto, anche per via di una Juventus che era solo al 60, massimo 70% della sua forma ideale. Una buonissima Lazio quindi, generosa, attenta, pugnace. Se questa sarà la Lazio anche del resto della stagione ci divertiremo. Un buon test da cui ripartire, dunque, anche se i 3 punti lasciati male fanno, visto che comunque sono 13 anni che non battiamo i bianconeri in campionato e quest’attesa è destinata ad aumentare ancora. Una Lazio che, molto in piccolo, ha ricordato un po’ l’Italia di Conte contro la Germania

Inzaghi schiera i suoi con un insolito 3-4-3 con il debutto di Bastos e quelli stagionali di Radu, Lulic e Felipe Anderson. La partenza è soporifera, Dybala ci prova all’8′, ma poi sale in cattedra la Lazio che ha un’ottima occasione con Immobile che non riesce a ribattere in porta, vuota, ostacolato da Benatia. La Lazio c’è, è viva in campo e prova a dire la sua e a fine primo tempo (in cui c’è stato anche il primo time-break della storia del campionato italiano, per il troppo caldo che c’era a Roma) riesce anche a mettere alle corde la difesa juventina, ma le manca sempre l’ultimo passaggio per trovare la conclusione o la porta. Immobile si batte e svaria su tutto il fronte ma è lasciato troppo solo.

Nel secondo tempo la Juventus è più convinta e le prova tutte, riuscendo ad avere varie occasioni in serie con Dybala e Khedira, mettendo in difficoltà la difesa biancoceleste che regge l’urto anche grazie alla sontuosa prestazione di Bastos (ottimo il suo debutto!). Poi entra Higuain, e pochi secondi dopo è Khedira, lanciato in profondità con Biglia che non arriva sulla palla e De Vrij non riesce a contenere il tedesco, a segnare il gol del vantaggio juventino. La Lazio si riporta in avanti, Inzaghi prova il tutto per tutto sbilanciandosi con Djordjevic per Basta, e nel finale arrivano ottime occasioni per Patric (appena entrato), Parolo e Immobile ma la fortuna questa sera non è biancoceleste. Si rimane a 3 punti, ma pollice su per questa Lazio.

LAZIO-JUVENTUS 0-1
MARCATORI: 66′ Khedira (J)
LAZIO (3-4-3): Marchetti; Bastos, De Vrij, Radu; Basta (71′ Djordjevic), Biglia, Parolo, Lukaku (64′ Patric), Anderson, Immobile, Lulic (58′ Milinkovic). (Strakosha, Vargic, Hoedt, Wallace, Leitner, Cataldi, Murgia, Kishna, Lombardi, Djordjevic). All. S. Inzaghi.
JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Benatia, Barzagli, Chiellini; Dani Alves (78′ Lichtsteiner), Khedira, Lemina, Asamoah, Alex Sandro; Mandzukic (66′ Higuain), Dybala (88′ Pjaca). (Neto, Audero, Evra, Rugani, Hernanes, Pjanic). All. Allegri.
ARBITRO: Guida di Torre Annunziata.
NOTE. Ammoniti Radu (L), Alex Sandro (J), Lemina (J). Recuperi: 3′ p.t.; 3′ s.t.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!