Pagelle ignoranti Carpi-Lazio


PAGELLE IGNORANTI TIME!

MARCHETTI VOTO 9: Dopo due anni, 174 sedute dallo psicologo, 21 riunioni tra alcolisti anonimi e una dozzina di buoni bevuta nelle taverne a più alto rischio di contaminazione batterica, si ricorda di essere un portiere manomunito e mostra la qualità delle sostanze dopanti che gli sono arrivate dalla Nuova Guinea tramite un Pereirinha alato selezionando la tariffa “low-cost”. CUSTOMER.

BASTA VOTO 6,5: Nino d’Angelo dei Balcani torna più degradato che mai e con la consueta espressione di chi, arrivato a casa dopo gli straordinari in miniera, trova la moglie con la controfigura di Massimo Boldi per le azioni pericolose e, ancora peggio, viene informato che gli europei l’Italia li gioca con Montolivo e Motta titolari. DAMMI UNA LAMETTA CHE MI TAGLIO LE VENE.

HOEDT VOTO 4: Entra solo per dare un vantaggio al Carpi, poi si spezza una gamba in circostanze misteriose. Una leggenda narra di come gli olandesi fossero robusti e resistenti. OSTEOPOROSI.

MAURICIO VOTO 8/9: Viene colto di sorpresa dalla chiamata di Inzaghi e gli gira pure il culo perché stava finendo la cofana di Carbonara e si apprestava a depilarsi ancora un po’ le sopracciglia. Entrato in campo, ecco il boato degli scommettitori: Il 2 Handicap non solo è preso, ma è pure entrato in campo. ASSISTITO.

BISEVAC VOTO 10: Entra in campo con la fatica di un operaio a fine mese e la forma fisica di un ippopotamo con poca voglia di vivere, ma ci dimostra come nella vita conti la determinazione e sblocca la partita. Da capire se le altre volte fosse determinato a far schifo di proposito o meno. DUBBI.

BIGLIA VOTO 7: Gioca tranquillamente, poi quando va a casa legge i post “Adio lukas :((“, “La suo ultimka prtita :///” e comincia a toccarsi i coglioni manco gli avesse attraversato avanti un becchino in groppa a un gatto nero. SUPERSTIZIONI.

PAROLO VOTO 666: Solita partita dove corre più di un clandestino coi documenti disegnati con Paint. Quando gli salvano il gol due volte di fila sulla linea fa il giro dei Santi quattro volte e prende parte alla messa satanica più vicina a partita conclusa. FORREST GUMP DEI POVERI.

CANDREVA VOTO 7,5: Cambia fascia come se fosse un nazionalsocialista che passa dalla parte di Marx&Co, passando da destra a sinistra. Viene paradossalmente assistito dall’esponente del partito avversario. Un Felipe Anderson con la boccia versione Dvce. HONESTO.

FELIPE ANDERSON VOTO 7,5: Stessa esplosività di un siriano con lo zaino pesante. Spaccategli le gambe, rapitegli la zia zitella, sequestrategli la copia di GTA V ma non toglietegli il cross teso in mezzo. TRE VOLTE QUADRATO.

KLOSE VOTO 7,5: 89 minuti passati a pensare alla vastità dell’Impero Tedesco se solo la Russia si fosse fatta i cazzi sua. Poi però gli arriva una palla dal consueto Onazi (che prima o poi adotterà solo per il cognome e che poi rivenderà a qualche proprietario di piantagioni di tabacco in Etiopia) e con la calma di un Boss siciliano morente sul suo trono avvolto dalla penombra, la insacca. MALVIVENTE.

DJORDJEVIC 10+: Entra e subito schiaffi volanti. Per giunta ad una donna. A quanto pare stava imitando il “”Cobra”” e i suoi compagni nel periodo Pioli. E comunque avrei più paura di guardare le repliche di tutte le puntate di Colorado 2015-2016 che farmi mordere da un cobra di nome Djordjevic. LE DONE NN SI TOKANO.

STAY ANGRY STAY DIEGO NOVARETTI!

A cura di Lorenzo Ricci

©RIPRODUZIONE RISERVATA

VOTA IL MIGLIORE IN CAMPO DI LAZIO - FIORENTINA

Visualizza i Risultati

Loading ... Loading ...

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!