Pagelle Udinese-Lazio 1-2




La Lazio vince alla “Dacia Arena”, le pagelle dei biancocelesti:

STRAKOSHA 7: Tra i migliori in campo, salva la Lazio almeno un paio di volte, attento su alcune uscite.

WALLACE 6: Gioca una gara sufficiente, senza sbavature.

ACERBI 7: Decisivo sia in difesa che, soprattutto, in attacco con il primo gol in maglia biancoceleste.

LUIZ FELIPE 6.5: Al ritorno dopo un mese se la cava bene.

PATRIC 6: Bene anche lo spagnolo, che gioca una gara sufficiente, con qualche spunto nel secondo tempo.

PAROLO 6: Nel primo tempo sciupa una clamorosa occasione, partecipa alla vittoria.

BADELJ 6.5: Sostituisce Leiva e non gli fa pesare l’assenza. Qualche piccola incertezza e un cartellino giallo non pregiudicano la sua gara.

LUIS ALBERTO 6: Dai suoi piedi parte il cross da cui nasce lo 0-1, e sui piazzati è sempre velenoso. Per il resto non è autore di una grande gara a centrocampo, meglio trequartista.

LULIC 6: Oggi il Capitano ha rifiatato un po’, non risultando tra i migliori in campo come nelle ultime uscite.

CORREA 7: Pericoloso già sul finire del primo tempo, quando decide di entrare in gara sa essere devastante. Segna un col da Campione! Un mezzo voto in meno perchè nel primo tempo, per alcuni tratti,è sembrato fuori dal gioco.

CAICEDO 5.5: Passo indietro per l’ecuadoriano che non ci sentiamo di bocciare del tutto ma la sua prestazione non è sufficiente. Colpa anche del modulo che con lui punta, non risalta le sue caratteristiche.

IMMOBILE 6: Entra e da talismano fa segnare la Lazio. Personalmente è protagonista su qualche ripartenza nel finale, poco più.

DURMISI 6.5: Entra bene in partita, dà un cambio di passo alla squadra e grazie ad una punizione conquistata da lui la Lazio va in vantaggio.

BASTOS 5.5: Entra e si prende subito un giallo, risparmiabile.

INZAGHI 7: Vara un turnover importante ma la sua squadra gli dà ragione e dimostra che anche alcuni panchinari sono di valore. Adesso è pronto per il derby, ci arriverà con 4 punti di vantaggio sui rivali cittadini.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!