Pagelle Torino-Lazio





La Lazio pareggia 1-1 a Torino, pareggiando nel finale con Biglia su rigore il vantaggio iniziale granata di Belotti. Ecco le pagelle dei giocatori biancocelesti:

MARCHETTI 6.5: Non ha colpe sul gol subito, nè meriti sul rigore calciato fuori da Immobile. Ma nel finale ipnotizza lo stesso attaccante granata.

KONKO 6: Oggi non fa cose trascendentali ma comunque non è dispiaciuto. Vista la situazione in rosa e gli impegni imminenti in Europa League, speriamo che la salute lo sostenga ancora a lungo.

BISEVAC 6: Non commette errori grossolani, anche se sul gol di Belotti perde un po’ le distanze con i compagni di reparto. Si riscatta con alcune chiusure nel secondo tempo.

HOEDT 5.5: Vale più o meno lo stesso discorso di Bisevac. Non fa danni, ma poteva fare meglio sul gol di Belotti.

LULIC 5.5: Non stava andando bene è vero, ma non così disastroso da cambiarlo a primo tempo ancora in corso.

PAROLO 6: Sfortunato nell’occasione del palo: se la palla entrava, era il gol della domenica. Si propone di più rispetto le ultime uscite.

BIGLIA 6.5: Ha il merito di regalare il pari, è freddo dal dischetto. Ci prova anche da punizione.

CATALDI 5: Pesa quella grossa ingenuità sul rigore. Il cambio di Pioli a fine primo tempo lo boccia, ma purtroppo era condizionato dall’episodio.

FELIPE ANDERSON 4.5: Un fantasma nella manovra laziale.

KLOSE 6: Si dà da fare, è nel vivo della manovra. Non riesce ancora a segnare e sbloccarsi in campionato, ma ci prova meglio dei suoi compagni di reparto.

DJORDJEVIC 4.5: Ancora una volta è un corpo estraneo alla squadra. Klose gli dà una palla con su scritto “spingimi in rete” dopo solo 6′, ma lui la liscia clamorosamente. Poi scompare dalla partita e riappare solo negli ultimi minuti con quel passaggio a Keità che per poco non permette alla Lazio di passare in vantaggio. Mezzo voto in più solo per questo.

BRAAFHEID 5.5: Uno dei cambi dopo 38′ di Pioli è lui, ma non che combini tanto. Redivivo, se non si è visto fino ad oggi e volevano mandarlo a Salerno un motivo ci sarà.

MILINKOVIC-SAVIC 7: Insieme a Keità il migliore: entra lui e la Lazio cambia.

KEITA’ 7: Ancora non riusciamo a capire com’è possibile che uno come lui stia in panchina. Appena entra con i suoi guizzi si guadagna un rigore e per poco non segna il raddoppio. In soli 20′ fa più di tutti gli altri compagni di reparto in 90′.

PIOLI 5: Discutibili alcune scelte. E’ vero che ormai il campionato è andato e si pensa più all’Europa (contrariamente e incoerentemente con quanto va dicendo, ma questo è un altro discorso), ma un Keità in questo stato non può stare in panchina così come probabilmente non può starci Candreva. Djordjevic e Felipe Anderson invece in campo sono improponibili in questo momento. E le sostituzioni dopo 38′ (soprattutto quella di Lulic) hanno poco senso.

VOTA IL MIGLIORE IN CAMPO DI TORINO - LAZIO

Visualizza i Risultati

Loading ... Loading ...

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!