Pagelle Roma-Lazio


La Lazio perde malamente il derby per 1-4, Pioli viene esonerato, la stagione si conclude ancora peggio di come era iniziata. Ecco le pagelle di oggi della nostra redazione.

MARCHETTI 5: In ritardo sul primo gol, non può niente sul secondo e terzo, forse in leggero ritardo sul quarto. Ci mette una pezza in altre circostanze.

PATRIC 4: Il disastro difensivo di oggi vale per tutti, lui non è da meno. Inutile stare ad elencare dove e cosa sbaglia.

HOEDT 3: Leggi sopra parte 1, con l’aggravante dell’espulsione.

BISEVAC 3: Leggi sopra parte 2, bella statuina nel presepe laziale. Ma come si fa ad acquistare giocatori simili? Nulla contro il ragazzo, ma non è da Lazio e nemmeno da serie A.

BRAAFHEID 3.5: Leggi sopra parte 3.

CATALDI 4.5: Sbaglia molto, giusta la sostituzione. Protesta veementemente e si becca il giallo, ha sentito troppo questa partita, sbagliandola.

BIGLIA 6: Ci prova, a volte lo trovi anche in difesa a cercare di aiutare quell’improba retroguardia che ha alle spalle. Lucido, può poco con compagni di squadra e situazione simile.

PAROLO 7: Il migliore in campo. Prende due legni e segna il gol della speranza. E’ l’unico a essere sempre nel vivo dell’azione a dare tutto in campo.

CANDREVA 4.5: Irritante, gioca per se stesso e male. Ci si domanda come mai in Nazionale è tutt’altro calciatore o forse la risposta è quella ovvia, scontata che nessun tifoso laziale vorrebbe sentire, ma purtroppo è la dura realtà. E’ al passo d’addio.

MATRI 4: Non vede mai la palla, figurarsi la porta.

FELIPE ANDERSON 5: Come i suoi partner d’attacco. Prova a fare qualcosa in più ma può poco.

KEITA’ 6.5: Il suo ingresso cambia la partita. Era da schierare all’inizio. Si guadagna un rigore nettissimo che solo Banti,a due passi, non vede.

KLOSE 6.5: Come Keità, il suo ingresso smuove le acque e ci prova e si vede in molte azioni laziali. Sua la sponda per il gol di Parolo (che forse glielo ruba).

DJORDJEVIC S.V.

PIOLI 4: Ultima panchina da laziale per Pioli che viene così esonerato, molto tardivamente. Ormai fare questo cambio oggi è inutile. La stagione è compromessa, doveva avvenire in autunno. Anche oggi (come in tutta la stagione) ha le sue colpe, non le uniche naturalmente. Ora in bocca al lupo ad Inzaghi, anche se in tutto questo si sente “puzza” di scarico colpe solo su Pioli per la stagione disastrosa e una probabile conferma per la stagione prossima per Inzaghi, senza dover investire su un nuovo e quotato tecnico.

VOTA IL MIGLIORE IN CAMPO DI LAZIO - ROMA

Visualizza i Risultati

Loading ... Loading ...

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!