Pagelle Milan-Lazio 2-1





Irregolarità e sfortuna frenano la Lazio a San Siro. Le pagelle dei biancocelesti:

STRAKOSHA 6: Incolpevole sui due gol, compie una buona parata su Calhanoglu nel primo tempo. Per il resto spettatore, mette sempre i brividi quando ha la palla tra i piedi (perché quegli allunghi prima di spazzare?).

RADU 6: Prende un giallo sacrosanto, non ha colpe specifiche sui gol, nel secondo tempo contiene bene.

DE VRIJ 6.5: La solita sicurezza, fa meglio dei compagni di reparto, anche se sul secondo gol si scontra con Bastos andando entrambi a chiudere su Cutrone, lasciando libero Bonaventura. Di chi la colpa?

BASTOS 4: Il migliore in campo…per il Milan! Si perde gli attaccanti milanisti su entrambi i gol, ha colpe evidenti per il KO, sebbene l’irregolarità di cui è macchiata la prima marcatura. Oltre a queste due, evidenti, sbavature, sbaglia anche in altre occasioni, non contiene mai e stende un tappeto rosso ogni volta che viene puntato. A questo punto che Inzaghi inserisca Caceres…

MARUSIC 7: Il gol è un capolavoro, Antonelli sta ancora cercando di contenerlo. Per il resto, però, soprattutto nel secondo tempo finché è in campo, sparisce.

PAROLO 6.5: Fa il massimo, nel finale sfiora il gol ad una delle sue vittime preferite.

LEIVA 5.5: Oggi non brillante, anzi. Probabilmente soffre la stanchezza dei tanti impegni ravvicinati.

MILINKOVIC-SAVIC 7: Svetta su tutte le palle aree, ci prova, lotta, si batte. Donnarumma gli nega due volte il gol, nel secondo tempo prende a pallonate il Milan ma non basta.

LULIC 5: Un peccato, ma oggi il Capitano è stato ben al di sotto della sufficienza. Sbaglia tantissimo, regala palloni agli avversari, anche appoggi elementari. E per finire una palla solo da spingere dentro, la spazza manco fosse Bonucci.

LUIS ALBERTO 6.5: La traversa sta ancora tremando, un colpo da bilardo tremendo, se la palla fosse entrata ora staremo ad osannarlo e gli 8 fioccherebbero. Purtroppo la sfortuna ha detto diversamente per questione di centimetri, per il resto si è visto poco.

CAICEDO 5.5: Lotta, ha tigna, ci prova. Ma Immobile è un’altra cosa, purtroppo per lui. E oggi c’era (solo) lui. In alcune occasioni, forse, con Ciro sarebbe andata diversamente. Comunque da apprezzarne l’impegno.

FELIPE ANDERSON 6.5: Si accende ad intermittenza e in ritardo, ma quando lo fa è il migliore in campo. Dalle sue gambe nascono tutte le migliori occasioni della Lazio nella ripresa. Forse andava inserito dal 1′.

LUIZ FELIPE 6: Entra per far tirare il fiato a De Vrij, nel momento di maggior spinta. Non deve fare gli stroardinari, con il Milan tutto rintanato nella sua area, sventa qualche contropiede o situazione difficile.

NANI S.V.

INZAGHI 6.5: La Lazio ci prova, nonostante irregolarità e sbagli dei suoi difensori. Nel secondo tempo meritava almeno il pareggio e si dispera per le occasioni fallite dai suoi. Qualche suo sbaglio oggi? Felipe Anderson dal 1′ e Bastos fuori, ma con il senno di poi siamo bravi tutti.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!