Pagelle Milan-Lazio 1-2




La Lazio sfata il tabù Milan a San Siro in campionato: le pagelle dei biancocelesti.

STRAKOSHA 5.5: Probabilmente potrebbe far di più sul gol. E’ vero, viene tratto in inganno anche lui dal movimento di Bastos, ma almeno abbozzare una parata per una palla che entra lentamente. Per il resto inoperoso.

BASTOS 5: Nella ripresa si riprende alla grande. Prova la sortita offensiva, difende ed è suo il lancio da cui nasce il gol di Correa. Ma l’errore sulla rete subita è troppo evidente per non assegnargli il titolo di peggior in campo tra i laziali.

ACERBI 6.5: Un baluardo in difesa. Ci ha preso gusto dopo la rete di mercoledì e lo trovi in avanti a provare giocate offensive.

RADU 6: Prende un classico giallo per fermare un’azione pericolosa milanista. Partita sufficiente.

LAZZARI 7: Ottimo il cross per Immobile sul gol, scende la fascia pericolosamente ogni volta che parte. Un pericolo costante per il Milan. C’era un rigore su di lui nella ripresa.

MILINKOVIC-SAVIC 5: Altra nota stonata della serata. Non si accende, prende un giallo ingenuo, sembra fuori partita.

LEIVA 6.5: Solita regia “oscura”, conquista tanti palloni, sette polmoni. Lo trovi ovunque.

LUIS ALBERTO 8: Per una sera possiamo non dare a King Ciro la palma di migliore in campo. E’ ispiratissimo e autore di una prestazione sontuosa e mostruosa. Numeri di alta scuola, tacchi, tunnel, assist, gioco illuminato. E in ultimo l’assist per Correa.

LULIC 6: Si vede nel primo tempo, poi va in riserva per tutta la gara. Ma porta a casa la partita. Probabilmente senza l’infortunio di Caicedo, Inzaghi gli avrebbe risparmiato qualche minuto a favore di Lukaku.

CORREA 7: Si divora due o tre gol prima di segnare quello decisivo nella ripresa. Il solito Correa. Ma per questa sera gli perdoniamo tutto: abbiamo vinto nella San Siro rossonera dopo trent’anni grazie ad un suo gol, va bene così. Si ripete dopo la rete decisiva in Coppa Italia.

IMMOBILE 7.5: King Ciro Cento. E’ la serata del record, 100 gol segnati con la maglia biancoceleste in poco più di tre anni. Mostruoso. Anche questa volta, dopo aver perdonato Donnarumma e aver colto una traversa, alla terza occasione non sbaglia. Esce nella ripresa per presunte noie fisiche, speriamo nulla di grave.

CAICEDO 6: Sfortunato l’ecuadoriano, che a dire la verità fatica ad entrare in partita e perde un paio di palloni conquistati. Ma poi è costretto ad uscire per infortunio alla spalla. Anche per lui incrociamo le dita, ma non dovrebbe essere nulla di grave.

PAROLO 6.5: Come a Firenze entra e dà maggiore equilibrio alla squadra.

CATALDI 6.5: Anche il suo ingresso è positivo. Protagonista, più che altro a livello numerico, non toccando mai palla, sulla rete di Correa. Lotta fino alla fine, tanto da prendersi un giallo per perdita di tempo.

INZAGHI 7.5: E’ lui l’uomo giusto per sfatare il tabù rossonero in trasferta in serie A dopo trent’anni. Al quarto tentativo ci riesce. Era la serata giusta.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!