Pagelle Lazio – Udinese


All’inizio volevo tenere tutto per me come farebbe un esemplare di Giampiero Galeazzi con un giacimento nascosto di panini al prosciutto, ma poi ho sbrattato ed è uscito questo…Pagelle2

MARCHETTI = Dopo essersi demolito la ventordicesima costola spodesta l’uomo ratto tra gli applausi e le acclamazioni del pubblico che manco quando è entrata la Nargi. EROE.

BASTA = Tra una grattata di palle e l’altra guarda in tribuna e vede lei: Federicona. Fischiato l’intervallo corre a scrivere il modulo del contratto sulla carta igienica del bagno della dirigenza. Il puttanaio del serbo sta per ampliarsi. Prima però vorrebbe testare personalmente le qualità. SUINO.

MAURICIO = Senza De Vrij poteva risultare spaesato, ma quando scopre che anche Hoedt parla olandese si tranquillizza. Il motivo non si sa, visto che comunica a bestemmioni, insulti e minacce. INCOMPRENSIBILE.

HOEDT = Esordio in serie A sulla carta non semplice, considerando un cagnaccio come Mauricio accanto. Specie quando rompe il cazzo che devi portarlo fuori a pisciare. DOG SITTER.

RADU = Bene in attacco ma in difesa soffre come un porcellino in fuga dalle lame del contadino affamato. BIPOLARE.

CATALDI-PAROLO = Fanno quello che prediligono: Bevono, fumano e ascoltano rap italiano di infima qualità. Poi provano anche a impostare il gioco, magari non solo quello nel lettore bluray della PS4. INDIPENDENTI.

LULIC = Con Kone il gioco del “Talio gola con casciavite poi t’avelena galine co gas per topi” non funziona. Troppa poca esperienza. Troppe poche paypal clonate. SCONFITTO.

FELIPE ANDERSON = Subentra e dimostra di essere il degno erede del maestro Meghni innescando Matri sul primo gol. Uno dei migliori, anche se lo sguardo rimane quello di un fenicottero ubriaco accasciato in riva al mare. ASSONNATO.

KEITA BALDE = Non ha un ruolo ma riesce a fare benone dovunque. Al 72′ decide di far perdere l’uso degli arti superiori a Karzenis. VAGABONDO.

MATRI = Il mitra va in guerra e toglie la verginità a Karzenis con l’aiuto del doppiogiochista Kone. Al ritorno dal fronte trova un capello biondo, lungo, unto e serbo sul letto. INCULATO.

Le pagelle non sono pagelle perché senza voto. Questo perché la Domenica Sportiva è un programma odoroso. E poi i voti sulle pagelle ignoranti sono utili quanto un citofono in cantina.STAY ANGRY STAY VITANGELO SPADAVECCHIA!

 

A cura di Lorenzo Ricci

 

VOTA IL TUO MIGLIORE IN CAMPO PER LAZIO-UDINESE

Visualizza i Risultati

Loading ... Loading ...

 

 

Dona Online

Campania Biancoceleste
Il 16 Aprile 2014 nasce su Facebook il gruppo “CAMPANIA BIANCOCELESTE”, con l’intento di raggruppare sul social network, ma anche al di fuori, tutti i Campani Biancocelesti. Grazie al gruppo nella vita reale sono nate tante amicizie, con le quali ci si organizza per mangiare un pizza, una “trasferta” sia in auto che in pullman o semplicemente stare insieme per chiacchierare.