Pagelle Lazio-Torino


Pagelle2PAGELLE IGNORANTI TIME!

MARCHETTI VOTO 8: Non fa un cazzo tutta la partita fino a quando non decide di iniziare a truffare gente con corsi online per imparare l’arcano linguaggio adottato da Luca Giurato e Maurizio Costanzo. VANNA MARCHI DELLA RETE.

BASTA VOTO 8: Come sempre partitone. Le occhiaie però sono qualcosa di imbarazzante e ormai le ipotesi della causa sono solo due: O è Batman, o scippa le vecchiette più impavide del ghetto alle due di notte. Tuttavia Pioli riesce a svegliarlo con i suoi quieti “DUSAN! DUSAN! DUSAAAAAN!”. VAMPIRO.

MAURICIO VOTO 7,5: Pronti via subito entrata dolorosa sull’avversario a 50 metri dalla porta, in posizione defilata. Poi si calma un po’, ma quando gli dicono che il soprannome di Belotti è “Il Gallo” si ricorda che questa domenica doveva aiutare il suocero della terza moglie a spennare i polli della fattoria casalinga, così per scusarsi decide di rapire Belotti, ma quando si oppone cercando di spiegare che non è veramente un gallo, il saggio Mauricio gli strappa il collo a mani nude con tutta la violenza di un credente represso, per poi dargli ragione. I restanti minuti li passa prendendo ammonizioni e riattaccando il collo del “gallo” con scotch e colla vinilica. GIOVANNI MUCIACCIA.

GENTILETTI VOTO 7,5: Marca bene e tiene la posizione, ma quando si tratta di inseguire un avversario fallisce miseramente come Lotito davanti a un piatto di insalata senza condimenti. Tuttavia ruba il patentino a Benassi fuggendo tra le scivolate e il lancio di coltelli degli avversari che non vogliono che l’unico granata che può andare a prendere la bamba pura a Milano venga fermato perché una marca di biscotti argentina gli ha ciullato il portafogli. LUPIN DEI POVERI.

LULIC VOTO 8,5: Corre quanto un immigrato alla frontiera ungherese distruggendo anche tutte le sicurezze che Bruno Peres aveva prima di conoscerlo. Il tutto condito da un pacato “VAFFANCULO!” a Acquah per averlo travolto. La porchetta cotta con olio motore regalatagli dal porchettaro di fiducia comincia a farsi sentire e le contorsioni sono talmente forti che sembra anche non abbia più i piedi come gli omini dei Lego, segnando un gol a portiere quasi battuto. Da Ciani. Più volte. Avanti e dietro. NORMALMAN.

ONAZI VOTO 7,5: Ottimo pressing ma in fase di impostazione equivale a una marmotta morta affogata in un laghetto mentre scappava da uno “gnomo armato d’ascia”. Con Biglia impara un po’ a raddrizzarsi i piedi a colpi di martello sulla punta, ma ancora una volta dimostra che gli attrezzi da lavoro li usa meglio quando deve scassinare le villette sotto l’occhio attento di Radu. APPRENDISTA.

BIGLIA VOTO 8: Il Principito torna più bianco e biondo che mai cambiando completamente volto alla squadra. Con lui in campo gli arcobaleni splendono, le rondini regalano coreografie sotto il comando dell’uccello di Ciani, i jihadisti distribuiscono dolcetti e i liocorni si accoppiano come conigli. Senza invece, Obama dichiara di voler portare la democrazia su Marte, l’uccello di Ciani viene abbattuto da un cacciatore della domenica e Berlusconi e Brunetta vengono alle mani per il prestigioso premio di “Tappo Più Importante Del Pianeta”, sconfiggendo non senza difficoltà quello Coca Cola edizione 1908. LUCAS IL PRINCIPITO DI BEL AIR.

MILINKOVIC-SAVIC VOTO 8,5: Corre ufficialmente per 12,4 chilometri, dimostrandosi all’altezza del ruolo di corriere per le spedizioni più importanti di Djordjevic e la sua innocua impresa di armi di distruzione di massa. In più anche Cana è venuto a sapere di ciò dai suoi osservatori e sta pensando di ingaggiarlo, poiché Braafheid sta perdendo colpi. DROGATONETA.

FELIPE ANDERSON VOTO 9: A inizio gara viene spaventato da Bruno Peres che lo minaccia con una mazza chiodata fresca di fabbricazione e pagata profumatamente da un vendicativo Ravel Morrison. Poi però il bambino di Brasilia si ricorda che il potere del Gabibbo ubriaco fracico è sempre con lui e fa bestemmiare Glik con una cavalcata da purosangue dopato al Palio di Siena. All’ultimo secondo la butta nell’angolino senza ritegno, come te che davanti all’ultimo Gin Lemon pensi “E che me farà mai, qué è l’ultimo, ‘o giuro”, prima di vomitare tutto il latte materno di vent’anni fa e farti esplodere il fegato. COMA ETILICO.

CANDREVA VOTO 8: Entra in campo con la cattiveria di un Grinch e comincia a scalciare peggio di Valentino Rossi alla vista di una bandiera spagnola ma quando vede il nuovo pallone coi colori di un’ esplosione nucleare, la rabbia diventa compiacimento e deve per forza tirare mine da 45 metri su punizione. ESALTATO.

KLOSE VOTO 7,5: Ormai vede la porta come un aragosta cieca, ma al 70′ si inventa un colpo per Felipe Anderson che gli fa tornare in mente i bei tempi delle trincee per l’onore della madrepatria. QUARTO REICH.

STAY ANGRY, STAY LIBOR KOZAK!

 

A cura di Lorenzo Ricci

 

VOTA IL TUO MIGLIORE IN CAMPO PER LAZIO-TORINO

Visualizza i Risultati

Loading ... Loading ...

 

 

Dona Online

Campania Biancoceleste
Il 16 Aprile 2014 nasce su Facebook il gruppo “CAMPANIA BIANCOCELESTE”, con l’intento di raggruppare sul social network, ma anche al di fuori, tutti i Campani Biancocelesti. Grazie al gruppo nella vita reale sono nate tante amicizie, con le quali ci si organizza per mangiare un pizza, una “trasferta” sia in auto che in pullman o semplicemente stare insieme per chiacchierare.