Pagelle Lazio-Roma 1-1




Derby sfortunatissimo per gli uomini di Inzaghi con 4 legni e dominio totale, ma finisce solo con un pareggio. Ecco le pagelle dei biancocelesti:

STRAKOSHA 6: Spettatore non pagante. E in un derby è tutto dire. Sul rigore non può mai arrivarci anche se non intuisce nemmeno.

LUIZ FELIPE 5: Qualche affanno di troppo, un cartellino giallo (forse troppo fiscale) e nervosismo che inducono Inzaghi a toglierlo a primo tempo nemmeno concluso.

ACERBI 6: Riceve un altro giallo (siamo a due in due gare), ma il lavoro lì dietro è poco. Prende tante botte, si vede anche in avanti senza fortuna.

RADU 5.5: Sente troppo il derby, come un vero laziale. Ma non è mai un bene: il giallo nelle stracittadine per lui è una regola.

LAZZARI 7.5: E’ il migliore in campo. Scende e sale la fascia con una velocità pazzesca, non sbaglia uno stop, un’apertura o un cross. E nel finale troverebbe anche la rete. Certo poco prima ne sbaglia una non difficile, ma si sa i suoi compiti non sono quelli di finalizzare…

MILINKOVIC-SAVIC 5: Si riprende parzialmente nella ripresa, quando mette la sua qualità e il suo fisico a giganteggiare nel mezzo, ma la frittata è combinata in un primo tempo pessimo. Quella mano larga in area di rigore non esiste, ingenuità assurda. E a fine frazione commette un altro fallo sciocco. Proprio da lui non si aspettano queste cose.

LEIVA 6.5: Ottima la regia, torna titolare dopo l’infortunio. Peccato per quel palo che ha aperto la serie (sfortunata) odierna. Si fa rispettare.

LUIS ALBERTO 6.5: Il gol, ok (e a porta vuota per poco non trovava il muro dei difensori giallorossi sulla linea), ma poi la sua partita finisce lì. Non si vede praticamente mai nè prima nè dopo. L’importante, comunque, resta esserci nel momento decisivo: quello della rete. Inspiegabile la sua esultanza polemica.

LULIC 6.5: Infaticabile il Capitano, non ai livelli di Lazzari ma anche lui fa la fascia a tutto gas.

CORREA 7: Azioni da capogiro ma è troppo egoista poco dopo e per il resto della gara. Quando parte palla al piede è imprendibile.

IMMOBILE 5.5: Potrebbe essere un’altra serata da 8 in pagella, non lo è un po’ per sua imprecisione un po’ per sfortuna. Il suo incrocio dei pali doveva essere gol, senza se e senza ma, da quella posizione si segna. Troppo egoista nella ripesa, al di là dell’assist per Luis Alberto. Ma soprattutto è suo l’errore più grande di tutto il match, forse dai più sottovalutato: quella palla calciata in porta e non messa in mezzo con tre compagni liberi davanti alla porta dopo il palo di Leiva. Era il 6′, poteva nascere un altro derby.

BASTOS 6.5: Il più sicuro là dietro, quando entra sbroglia un po’ di azioni. Non concede sbavature, dove serve ci mette il fisico.

PAROLO 6.5: Buono il suo ingresso, che sfortuna su quella traversa!

JONY 6: Fa il suo debutto con la maglia della Lazio, rileva Lulic. Un po’ tenero su alcune azioni, da rivedere.

INZAGHI 7.5: La squadra fa il suo, prestazione eccezionale. Il pressing, la qualità degli uomini, il gioco, sta nascendo una grande Lazio e il merito è anche suo. Non lo è, invece, l’imprecisione dei suoi. Che peccato, ma sono due punti persi.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!