Pagelle Lazio-Inter 2-1




Ennesima vittoria della Lazio di Inzaghi, battuta anche l’Inter e adesso si sogna in grande. Ecco le pagelle dei biancocelesti:

STRAKOSHA 5: Il gol dell’Inter è un suo errore. Mai respingere in quel modo, centralmente, in area di rigore. E’ vero che Young ha fortuna nel centrare il bersaglio, ma il suo resta un errore. Si riscatta parzialmente con l’uscita tempestiva nel finale.

RADU 7: Partita di sostanza del rumeno, mai fuori posizione. Attento, a volte si spinge anche in avanti.

ACERBI 7.5: De Vrij chi? No, grazie preferisco Ace. Stravince la sfida a distanza con l’ex. Si immola letteralmente nel finale, salva su Lukaku ad inizio ripresa. Una roccaforte.

LUIZ FELIPE 7.5: Partita mostruosa del brasiliano. Mezzo voto in meno però per quello svarione al 90′ che poteva costare carissimo. La dimostrazione come ci voglia un secondo per distruggere una prestazione perfetta.

JONY 5.5: Sostituisce Lulic, non sempre fa la scelta giusta. Buoni i suoi cross, ma le sue qualità e note positive terminano lì. Inzaghi lo sostituisce per evitare danni nella ripresa. Soffre Candreva. Senza Lulic, il problema resta.

LUIS ALBERTO 7: Ispirato anche questa sera, disegna calcio. Trova spazi dove non ce ne sono. Non fa assist nè gol, ma è comunque prezioso.

LEIVA 6.5: Buona legna del brasiliano, la solita ottima prestazione. Prende il giallo, non si risparmia e cattura tanti palloni. Lucido.

MILINKOVIC-SAVIC 8.5: Una prestazione che fa capire quant’è forte. Spacca l’incrocio dei pali ad inizio partita, segna la rete decisiva, palleggia e fa numeri da circo nel finale. Di fisico è monumentale, costruisce gioco come pochi. Si accende nei big match, come fanno i grandi campioni. Se trova continuità anche con le piccole…

MARUSIC 6.5: Buona prova del montenegrino, dà ragione ad Inzaghi che lo schiera dal 1′. E’ in forma, sfiora anche la rete, negata da un intervento sulla linea di Godin.

CAICEDO 5.5: Non si è mai visto questa sera. Gioca per la squadra, prova a fare legna ma davvero non struscia mezzo pallone. Ma ne ha risolte tante, va bene così.

IMMOBILE 7.5: Immenso Ciro. Recupera palloni, tira, fa reparto da solo. Decisivo anche in fase difensiva. Conquista e realizza il rigore, nel finale per due volte si divora la doppietta. Segna così la sua prima rete all’Inter in serie A con la maglia della Lazio. Sale a 26 centri in classifica cannonieri.

LAZZARI 6.5: Ha un’altra velocità rispetto Jony, corre e macina kilometri nella mezz’ora a sua disposizione.

CORREA 6.5: Buono l’innesto del “Tucu”, bravo a far salire la squadra e a mettere due volte Immobile davanti al portiere.

CATALDI S.V.

INZAGHI 8: Ne ha ribaltata un’altra e adesso è secondo a -1 dalla Juve. 19 risultati consecutivi, le scelte lo ripagano sempre. Chi gioca o chi subentra. Cos’altro dire? Non sognare adesso è un delitto, ma bisogna farlo con i piedi per terra. Intanto è a +17 sul vero obiettivo stagionale. Questa squadra ha un cuore grande così, è questa la differenza con Inter e Juve.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!