Pagelle Lazio-Genoa 4-1




La Lazio vince e convince (finalmente) contro il Genoa! Ecco le pagelle della gara:

STRAKOSHA 6: Incolpevole sul gol, per il resto è poco impegnato. Sicuro su alcune prese ed uscite.

WALLACE 6.5: Buona la prestazione del centrale brasiliano che continua ad essere altalenante: una partita buona, una meno. Oggi è tra i migliori.

ACERBI 5.5: Peccato per quell’errore, non da lui, sul gol di Piatek. Per il resto partita senza sbavature e sufficiente, fortunato che il gol ospite sia ininfluente per il risultato finale.

CACERES 6: Qualche sbavatura di troppo ma nulla di grave.

MARUSIC 6: E’ protagonista nella stessa partita di alti e bassi, buone giocate ad alcune incertezze. Nel primo tempo viene preso di mira dagli avversari e atterrato un paio di volte duramente. Fa lo stesso nella ripresa con Kouamè (c’era un fallo non sanzionato) e Criscito (influenzato dai crampi).

PAROLO 6.5: La solita partita fatta di spunti e inserimenti, va vicino in due occasioni al secondo gol consecutivo in campionato.

LEIVA 6.5: Buona regia a centrocampo, il giro palla e tanti recuperi. Anche per lui una buona conferma.

MILINKOVIC-SAVIC 7: Finalmente torna il calciatore devastante che conoscevamo, mister “120 milioni”. Assist intelligente sul primo gol, e sigillo personale (il primo quest’anno) che chiude la gara e scaccia i fantasmi dopo la rete avversaria. Forse è galvanizzato dal rinnovo in arrivo o semplicemente sta tornando in forma…

LULIC 7: Il Capitano è in stato di grazia, è in un periodo d’oro. Serve un assist ottimo a Milinkovic, ed è protagonista anche di altre discese sulla sinistra.

CAICEDO 7: Ottima la prova dell’ecuadoriano che segna il primo gol in stagione, dopo l’assist di tacco e il rigore conquistato in Europa League. Probabilmente il vero ruolo di Caicedo è questo: più una seconda punta, una spalla, che un attaccante di razza. Se gioca da solo lì davanti, per lui è dura. Esce tra gli applausi, sperando di aver trovato un acquisto in più in rosa, dimenticando i gol della Champions falliti lo scorso anno.

IMMOBILE 7.5: Eccolo, re Ciro! Ci era mancato! Prima doppietta stagionale, tre gol in tre giorni. La sua prestazione non si esaurisce solo ai gol, ma anche tagli, sponde, gioco in verticale. Viene a prendersi la palla a centrocampo e riparte. Quello che eravamo abituati a vedere l’anno scorso!

CORREA 6.5: Entra bene e da un suo spunto (non l’unico), Immobile cara il poker.

BADELJ 6: Poteva risparmiarsi il cartellino giallo, per il resto ordinaria amministrazione quando entra.

PATRIC S.V.: Debutta quest’anno.

INZAGHI 7.5: Finalmente una grande Lazio, la più bella di queste prime uscite stagionali. Segna quatto reti, almeno altre quattro potrebbe segnarle, e anche in difesa pur subendo qualche azione (e un gol) non sembra sbandare più di tanto. Sperando che non è un fuoco di paglia ma solo una squadra in ritardo di condizione e che presto girerà a mille.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!