Pagelle Lazio-Fiorentina 1-1




La Lazio viene beffata in pieno recupero dal Var che concede rigore alla Fiorentina che pareggia con Babacar. Le pagelle dei biancocelesti:

STRAKOSHA 6: La Fiorentina ci prova solo con tiri centrali, non deve fare gli straordinari. Lui c’è sempre. La parata nel finale su Pezzella è inutile visto quanto avvenuto pochi istanti prima (il contatto che porterà al rigore).

BASTOS 6: Non parte bene, nel primo tempo sembra soffrire ancora le amnesie post-derby. Ma poi cresce e inizia a giocare una buona gara.

DE VRIJ 7.5: Sicuramente il migliore oggi per i biancocelesti. Segna ed è un muro dietro, peccato che il suo gol non sia servito per portare a casa i tre punti. Comunque la Lazio non può fare a meno di lui.

RADU 6.5: Anche il rumero oggi gioca bene, e si fa vedere anche in area Viola.

MARUSIC 5.5: Soffre nel primo tempo e dalla sua parte la Fiorentina attacca. Non fa bene la fase difensiva e anche quella offensiva non è impeccabile.

PAROLO 5.5: Il centrocampo va in difficoltà, non c’è quasi mai quest’oggi, e lui è uno dei principali colpevoli. Sbaglia anche sul cross di Lulic, ma poi è Sportiello a negargli il gol quando ha la seconda chance.

LUCAS LEIVA 5.5: Non una grande prestazione, deve stare sempre attento e spesso perde il tempo e il ritmo del gioco.

MILINKOVIC-SAVIC 5: E’ un altro giocatore da dopo il ritorno dalla Nazionale, è impalpabile, gioca mediocre. Da ritrovare.

LULIC 6: Nonostante la febbre gioca una partita discreta, pennella vari cross tra cui uno su cui Parolo spazza anziché mirare verso la porta.

LUIS ALBERTO 7: Un’altra grande prestazione dello spagnolo che dà sempre l’impressione di far succedere qualcosa. Ottimo il cross da cui nasce il vantaggio laziale. Illumina il gioco, ad un passo dal raddoppio. L’unico difetto è che forse oggi tira un po’ troppo, ma dettagli.

IMMOBILE 6: Scocca il primo tiro al 70′, sufficienza di stima perché comunque si fa vedere e trovare dai compagni. Ma da dopo la Nazionale è un altro giocatore…

LUKAKU 6: Spinge poco rispetto i suoi standard, ma proprio da un suo spunto per poco nasce il raddoppio.

BASTA 6: Entra e fa il suo.

CAICEDO 4: E’ sfortunato perché senza Var o comunque con un po’ di buon senso, il suo non sarebbe stato un intervento giudicato da rigore. Ma resta il fatto che non si possono commettere questi interventi appena entrati in campo in pieno recupero.

INZAGHI 6: Ha poche colpe se non quello di spedire in campo Caicedo. Ma se i suoi non segnano o Caicedo fa una mossa suicida, lui che colpe ne ha?! Certo la squadra sta perdendo brillantezza, dovrà essere bravo a non far aprire la crisi anche perché la prossima trasferta a Genova contro la Sampdoria è tutt’altro che semplice.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!