Pagelle Lazio-Empoli 2-0





La Lazio batte l’Empoli 2-0, vola a 10 punti in classifica nel gruppone in piena zona-Europa, ma quanta sofferenza! Troppa… Andiamo a vedere le pagelle dei biancocelesti

STRAKOSHA 6.5: Compie due interventi che salvano il risultato. Niente di clamorosamente difficile, ma per un portiere alle prime presenze da titolare in una rosa come la Lazio sono tanta roba.

WALLACE 7: Una sorpresa la sua prestazione. Copre bene e nel momento di maggior difficoltà si “sostituisce” anche a Strakosha, murando un paio di conclusioni avversarie molto insidiose a colpo sicuro.

DE VRIJ 6.5: Anche lui se la cava egregiamente in difesa. Dovrà pur crescere di condizione ancora, ma per il momento è più che sufficiente.

RADU 6: Attento, si nota poco (se non fosse per una punizione calciata male) ma la sua presenza dietro si sente.

FELIPE ANDERSON 6.5: Diciamolo subito: da terzino, quello che di fatti è, è sprecato! Dai suoi piedi nascono le migliori occasioni per la Lazio, i migliori cross, ma la sua posizione dovrebbe essere più avanzata. E’ da un suo spunto che nasce il gol di Keità.

BIGLIA S.V.: Non ci sono parole per quello che è successo, ne parliamo dopo.

CATALDI 6: Biglia è un’altra cosa ma lui non se la sta cavando male e anche contro l’Empoli ha giocato la sua partita onesta e attenta.

PAROLO 5: Fatica a trovare la condizione, lento, si vede poco e non aiuta la squadra più di tanto nel momento di difficoltà quando, da vero leader di centrocampo, dovrebbe far ripartire le azioni laziali.

MILINKOVIC-SAVIC 6.5: Deve crescere ancora, ma per ora lo sta facendo molto bene. Pericoloso anche come trequartista, si inserisce bene tra le linee.

LULIC 6: Una prestazione sottotono, spenta. La sufficienza se la guadagna al 90′, quando mette dentro di testa il gol del 2-0 che chiude la partita e la sofferenza di tutti i laziali.

KEITA’ 7: E’ il più in forma e si vede. Segna un gol, ne ispira altri e và più volte vicino alla doppietta. E’ un peccato se questa storia che la squadra non lo “sopporta” fosse vera. L’unica pecca però è che è troppo egoista.

IMMOBILE 5.5: Non una domenica facile per lui, ci prova ma non ha molti spazi e poi quando si creano Keità non gli passa mai la palla…

LUKAKU 5.5: Entra nel momento di maggior difficoltà della Lazio ma non aiuta la squadra a salire, anzi perde un sanguinoso pallone da cui parte una delle più importanti azioni avversarie.

LOMBARDI S.V.

INZAGHI 6: Non ce la sentiamo di dare un voto sotto la sufficienza al mister perchè si tratta pur sempre di una vittoria e di tre punti. Ma ci sono molte cose da rivedere sia dal punto di vista di uomini e scelte che a livello tattico. Incominciamo: perchè rischiare Biglia? Si sentiva davvero la necessità di metterlo in una gara contro l’Empoli? E’ vero che Keità è egoista, ma perchè non prova a risolverla lui questa storia una volta per tutte? Perchè Felipe Anderson è relegato a fare il terzino? E soprattutto troppa confusione tattica con questo 3-5-2 (o 3-4-1-2) che sinceramente ancora poco convince. E poi anche un po’ più di grinta a livello umano: quando l’Empoli stava attaccando a pieno organico sembrava quasi rassegnato al peggio, senza dar segnali di scossa. Era partito bene, nelle ultime settimane sta calando di livello…
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!