Pagelle Lazio-Chievo 0-1




La Lazio perde con il Chievo 0-1 all’Olimpico. Ecco le pagelle dei biancocelesti:

STRAKOSHA 5.5: Si ha la sensazione che sul gol di Inglese potesse fare di più. Per il resto inoperoso tutta la partita.

BASTA 5.5: Non gioca una partita delle migliori, potrebbe fare di più anche in avanti dove si propone.

DE VRIJ 5.5: Alla prima occasione utile si fa sorprendere, non il massimo.

HOEDT 5.5: Vedi sopra: il discorso va fatto un po’ a tutto il reparto difensivo.

RADU 6.5: Uno dei più positivi: si batte, c’è sempre, anche davanti visto che in difesa deve fare poco.

MILINKOVIC-SAVIC 5.5: Solita partita generosa, recupera un paio di palloni con alcuni numeri nel primo tempo da stropicciarsi gli occhi. Ma oltre a ciò fa poco.

BIGLIA 6: Il capitano ci prova ad illuminare il gioco, tenta anche il tiro ma oggi non è giornata. Da censurare quanto successo a fine gara (non per il suo comportamento, sia chiaro).

PAROLO 6.5: Ci prova in tutti i modi, a centrocampo gioca una partita attenta, in attacco non gli dice bene perché Sorrentino ha deciso di fare il fenomeno.

FELIPE ANDERSON 6: Anche lui ha un duello personale con Sorrentino che purtroppo lo vede sconfitto. Il tiro a giro che finisce di poco fuori a 5′ dalla fine è sfortuna, il tiro nel primo tempo a tu per tu con il portiere poteva anche indirizzarlo meglio, ma resta più una prodezza del portiere che un suo errore.

DJORDJEVIC 5: Chi l’ha visto?

LULIC 6: Partita generosa la sua, ma la precisione dei tempi migliori è lontana.

ROSSI 6: Il ragazzo ci prova ma può poco nel finale.

LUIS ALBERTO 5.5: Chi l’ha visto, parte 2! Almeno lui entra solo nel finale ma dovrebbe dare una mano in avanti. Già dovrebbe…

LOMBARDI S.V.

INZAGHI 5.5: Non è colpa sua se la rosa è quella che è. Fa quello che può, difficile chiedergli di più. I cambi troppo offensivi? Un punto non avrebbe cambiato nulla, visto anche come si è sviluppata la gara.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!