Pagelle Lazio-Bologna 2-0




La Lazio batte il Bologna 2-0, seppur soffrendo nella ripresa, e vola in testa alla classifica seppur non a parità di match giocati. Ecco le pagelle dei biancocelesti:

STRAKOSHA 6.5: La parata su Soriano tra i due gol vale tre punti. Un po’ imperfetto sulle uscite, dovrebbe prendersi maggiori responsabilità e fare sua la palla quando possibile in area di rigore.

RADU 6: Un’ottima prestazione macchiata da quell’errore da matita blu in occasione della rete di Tomiyasu, il VAR lo salva dal subire gol e dall’insufficienza. Per il resto è monumentale.

LUIZ FELIPE 5.5: Un po’ imperfetto là dietro, scricchiola. Si sente la mancanza di Acerbi e lui non è ancora un leader. Soffre gli avversari, prova ad arrangiarsi ma nella ripresa si rischia troppo.

PATRIC 6.5: Il migliore del terzetto arretrato, sempre più in crescita. Nei momenti delicati non esita mai a spazzare la palla lontana, senza perdersi in giocchetti e tatticismi.

JONY 5: Anche quest’oggi è in costante affanno, non aiuta, lo condiziona anche il fisico. Lascia troppo libero Orsolini nel primo tempo, mentre nel secondo praticamente sparisce dal campo. Inzaghi non aveva altre soluzioni, resta in campo 90′ ma che sofferenza.

MILINKOVIC-SAVIC 7: Sontuoso come sovrasta e svetta nella lotta a centrocampo. Si fa spazio, crea spazi, troneggia su ogni pallone alto e ne mette giù alcuni difficili. Il Sergente c’è.

LEIVA 7: Torna a fare un gran lavoro davanti alla difesa, è tra i migliori in campo quest’oggi. Perde pochi palloni, ne cattura tanti per far ripartire la squadra.

LUIS ALBERTO 8: Magnifico. Il “Mago” ispira e inventa calcio anche da zoppo, dopo un brutto colpo subito all’adduttore ad inizio campionato. Gol e assist (il dodicesimo in campionato), una serie di numeri spaventosi. Speriamo non sia nulla, in questo momento è il giocatore più importante per la Lazio.

LAZZARI 6: Buona la sua prestazione sulla fasce, la corsa c’è. Magari potrebbe essere più preciso.

CORREA 6.5: Il terzo è quello giusto: dopo due gol sbagliati, di cui uno clamoroso dopo un grande numero, segna alla terza chance complice una deviazione di Danilo. Nella ripresa sparisce.

IMMOBILE 6.5: Il solito Ciro, oggi dalle polveri bagnate. Si divora due gol, se vogliamo non da lui, uno per tempo. Ma il suo lavoro è preziosissimo per la squadra, assist per Luis Alberto. Oggi i ruoli si sono invertiti.

PAROLO 6: Sostituisce Luis Alberto, è quasi un allenatore in campo. Lotta nel momento di maggiore sofferenza, sufficiente.

CATALDI 6.5: Buono il suo ingresso, porta solidità e fa rifiatare la squadra. E’ nel suo momento migliore, forse meriterebbe maggior fiducia ma con quel centrocampo non è facile.

CAICEDO S.V.

INZAGHI 7.5: E’ in testa alla classifica, seppur la concorrenza non abbia giocato. Ha costruito un giocattolo bellissimo, solo applausi per Simone che riesce a ricavare il massimo da chiunque mandi in campo. Più forte dell’emergenza. Un unico appunto: secondo e terzo cambio troppo tardivi, dopo un lungo momento di sofferenza.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!