Pagelle Juventus-Lazio 2-0




La Lazio perde 2-0 allo Juventus Stadium che resta tabù. Le pagelle dei biancocelesti:

MARCHETTI 6: Su i gol poteva poco. Per il resto non deve fare gli straordinari.

PATRIC 5.5: Non è stata una partita facile, contro alcuni clienti scomodi. Ci prova anche davanti a proporsi, ma contro questo avversario può ben poco.

DE VRIJ 5: Non è stato il solito, sbaglia lui sul secondo gol. Ok, Higuain è un mostro ma…

WALLACE 6: Non ha errori sul groppone.

RADU 5: Troppo irruento, viene ammonito e rischia nel secondo tempo anche di farsi cacciare fino al cambio di Inzaghi, che è quasi costretto a toglierlo.

MILINKOVIC-SAVIC 6: E’ uno di quelli che ci prova di più con un paio di conclusioni. Nel secondo tempo è troppo altruista quando si trova quasi a tu per tu con Buffon da buona posizione.

BIGLIA 5.5: Imbrigliato nella manovra dai giocatori bianconeri, non riesce a cavare un ragno dal buco.

PAROLO 5.5: Anche lui viene risucchiato nella manovra dal centrocampo juventino. Prova a dare sostanza alla manovra.

LOMBARDI 6: Uno dei più positivi. Non ha paura a provarci contro la difesa campione d’Italia. Giovane e incosciente è uno di quelli che si batte di più.

IMMOBILE 5.5: Anche lui si batte e ci prova ma è troppo isolato. Rimedia un cartellino giallo (immeritato) che gli costerà la squalifica contro il Chievo. Per la prima volta quest’anno la Lazio dovrà fare a meno di lui.

FELIPE ANDERSON 5: Si è visto pochissimo.

DJORDJEVIC S.V.

LUKAKU S.V.

MURGIA S.V.

INZAGHI 5.5: Non gli si può dire quasi nulla, se non l’approccio troppo rinunciatario. Nel secondo tempo ci prova. Ma sfido chiunque a provare a giocarsela contro la Juve versione casalinga vista quest’oggi. Non era questa la partita da cui trarre i punti, anche se continua il tabù con le grandi.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!