Pagelle Juventus-Lazio 2-0




La Lazio perde 2-0 contro la Juventus a Torino. Le pagelle dei biancocelesti:

STRAKOSHA 6.5: La parata su Ronaldo è da 8 in pagella, forse la più bella della sua carriera. Ma vale poco, sui gol incolpevole ma sui rilanci è impreciso e sulle uscite rischia troppo.

WALLACE 6.5: Grandissima prova difensiva del centrale brasiliano, che annulla o quasi Ronaldo e le prende quasi tutte. Già, quasi, perché la respinta sul primo gol di Pjanic è sua. Certo non è un errore clamoroso, il bosniaco trova il gol della vita, però è sfortunato.

ACERBI 6: Lotta e difende bene, si vede anche in avanti.

RADU 6: Anche per il veterano prova sufficiente, oggi non è la difesa a sbagliare.

MARUSIC 5.5: Non è ancora in forma, si è visto poco o nulla.

PAROLO 5: La carta d’identità inizia a pesare per il buon Marco, che è sempre più un fantasma in campo. In attesa di Berisha…

LEIVA 6: Il debutto è da brividi, fare di più forse era davvero impossibile. Il brasiliano ci prova, ma ha contro una squadra mostruosa.

MILINKOVIC-SAVIC 5: Anche lui fuori forma, anche nervoso, tanto da costringere Inzaghi a toglierlo nel finale per non rischiare il secondo giallo. Ma la palla strappata a Chiellini, senza fallo (che invece gli viene fischiato), grida vendetta: era tutto solo davanti a Szczesny.

LULIC 5.5: Come per Parolo, anche il Capitano si fa vedere poco, se non per qualche tiraccio alle stelle da buona posizione.

LUIS ALBERTO 5: Un altro dei grandi assenti. Qualcosa in più a Milinkovic: cross perfetti, parabole perfide soprattutto sui corner, e un tiro che finisce di poco fuori. Ma è tutto qui.

IMMOBILE 5.5: Troppo solo lì davanti, può far poco, ma in pratica non la vede mai.

BADELJ 6: Il suo ingresso non smuove nulla.

CORREA 6: Copia e incolla come Badelj, la sensazione è che ha qualità ma Felipe Anderson era tutt’altra cosa.

DURMISI S.V.: Debutto in biancoceleste per lui.

INZAGHI 5.5: Fa quello che può, la squadra va molto meglio rispetto alla gara con il Napoli e meriterebbe il pareggio. Grande la prova della difesa, in particolare di Wallace, scelta che viene ripagata. Ma continua a non convincere su certi aspetti, soprattutto i cambi: perché Luis Alberto fuori al 60′ circa sull’1-0?

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!