Pagelle Inter-Lazio 3-0




La Lazio perde malamente a San Siro per 3-0 contro l’Inter. Queste le pagelle dei biancocelesti:

MARCHETTI 4.5: Dispiace dirlo ma quest’anno sta alternando una prestazione buona ad una sbagliata. Il primo e il terzo gol sono sulla sua coscienza. Poteva fare di più.

BASTA 5: Si fa notare poco, quasi nulla.

DE VRIJ 6: Prova a metterci una pezza quando serve e nel primo tempo tiene lontano l’Inter dall’area laziale. Ma non basta…

WALLACE 6: Anche per lui una prestazione sufficiente senza fare danni, ma complessivamente la squadra prende tre gol e quindi non è un bene.

PATRIC 5.5: Si fa notare poco, sarà la titolarità ritrovata dopo un po’ di tempo. Si ha la sensazione che sia il “punto debole” della squadra e infatti è il primo ad uscire per far spazio a Keità.

MILINKOVIC-SAVIC 5.5: Nel primo tempo è il migliore in campo insieme a Felipe Anderson. E’ cresciuto tantissimo e si vede per come imposta il gioco, ma nel secondo non solo sparisce dal campo ma è anche il principale responsabile (insieme a Marchetti) sul gol di Banega che gli leva la palla.

BIGLIA 5: Anche lui sparisce nel secondo tempo, quando dovrebbe salire in cattedra e far esplodere le proprie qualità.

PAROLO 5.5: Torna dopo la squalifica, nel primo tempo è anche lui tra i migliori, nel secondo è tra gli ultimi ad arrendersi ma se la squadra sparisce dal campo alcune colpe sono anche le sue.

FELIPE ANDERSON 6.5: Il voto positivo basterebbe da solo per quello slalom che sfortunatamente non finisce in rete. Poi non è solo quello, anzi nella prima frazione di gioco è letteralmente indemoniato. Nella seconda sparisce e prende un giallo ed era diffidato.

IMMOBILE 5.5: Niente da fare il gol non riesce proprio a ritrovarlo. Ci prova subito per due volte ed è sfortunato. Nel secondo tempo non la prende una volta.

LULIC 5.5: Tanta, infinita corsa. Ma non basta questo, spesso nervoso quando la squadra va sotto, viene anche ammonito fino al cambio.

KEITA’ 6.5: Quando entra, con la Lazio già sotto di due (e da lì a pochi secondi diventeranno tre) gol può ben poco ma in quello scorcio di partita è l’unico a provarci e dare la sensazione che possa fare qualcosa.

LOMBARDI 6: Sufficiente anche il suo ingresso, si batte. Handanovic salva su di lui nel finale.

CATALDI S.V.

INZAGHI 5: Passo indietro per il mister e per la squadra. Bisognerà correggere assolutamente i problemi del secondo tempo, non è possibile che la Lazio sparisca così dal campo. E poi anche il fatto che con le grandi non si riesce a fare risultato.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!