Pagelle Inter-Lazio 1-0




La Lazio esce sconfitta da “San Siro” contro la capolista Inter. Ecco le pagelle dei biancocelesti:

STRAKOSHA 6: Incerto sul gol anche se D’Ambrosio lo silura da troppo vicino per poter intervenire, si riscatta nel finale con un doppio intervento su Barella e Politano.

LUIZ FELIPE 6: Si conferma su buoni livelli, non sbaglia niente nella sua zona.

ACERBI 6.5: Sicuro, attento, sventa diversi pericoli e nel finale fa l’attaccante aggiunto.

BASTOS 6.5: Convincente dietro, Handanovic gli nega un gran gol. Nella ripresa è in preda ai crampi, è stremato ma lotta sempre.

JONY 4: Scelta disastrosa quella di Inzaghi di affidarsi a lui, seppur Lulic non può giocarle tutte. Si perde letteralmente D’Ambrosio sul gol, è protagonista di altre amnesie durante la gara. La sensazione è che sappia solo mettere cross e un po’ di corsa, sul resto è inadatto.

LUIS ALBERTO 5: Si vede poco, qualche buon fraseggio ma nulla di più. Sostituzione comunque incomprensibile, il Mago può trovare una magia da un momento all’altro.

PAROLO 5.5: Fa il vice-Leiva e lo fa tutto sommato bene, ma non incide.

MILINKOVIC-SAVIC 5: Vale lo stesso discorso fatto per Luis Alberto.

LAZZARI 4.5: In forte involuzione dopo l’ottimo inizio di stagione. Non si vede mai, mai una sgroppata delle sue.

CORREA 5: Il voto è per la quantità di occasioni che si divora, è impensabile sprecare così tanto in casa della capolista. Ok la bravura di Handanovic, ma davanti ad Handanovic bisognava segnare. Peccato, perché la prestazione, il proporsi, è stata di ottimo livello, da 6.5 pieno.

CAICEDO 6.5: Gioca una partita discreta, illuminante il passaggio che mette Correa a tu per tu con Handanovic, trova spesso i compagni tra le linee. E’ il migliore in campo e Inzaghi decide di toglierlo, scelta incomprensibile.

IMMOBILE 5: Impalpabile, si vede poco o nulla nel momento peggiore dei biancocelesti.

LEIVA 5.5: Il suo ingresso non porta nulla di utile.

BERISHA 5.5: Vedi Leiva.

INZAGHI 5: La Lazio gioca una grande partita nel primo tempo, solo Handanovic e la sfortuna gli negano la rete. I problemi sorgono nel secondo con i soliti cali, la squadra sparisce dal campo. In più non convincono per nulla (da qui il voto basso) le sue sostituzioni. Perché togliere Caicedo fin lì il migliore in campo? Perché togliere Luis Alberto e Milinkovic quando c’è da recuperare il risultato? C’è qualcosa che non gira ultimamente in lui.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!