Pagelle Fiorentina-Lazio 3-4




Incredibile vittoria della Lazio che rimonta la Fiorentina per 3-4 contro tutto e tutti. Le pagelle dei biancocelesti:

STRAKOSHA 5.5: Incassa tre gol senza apparenti colpe, ma non fa nulla per evitarli. Subisce ad ogni tiro nello specchio. Stoico nei minuti di recupero quando continua a giocare anche se KO e sventa alcune situazioni coraggiose.

CACERES 6.5: Seconda presenza in campionato e primo gol con la maglia biancoceleste, ottimo l’inserimento sul corner battuto da Luis Alberto.

DE VRIJ 6: La sua partita dura poco più di 25′, poi lascia spazio a Felipe Anderson per una mossa “pazza” di Inzaghi. Prima di uscire sfiora un gol salvato sulla linea.

LUIZ FELIPE 5: Nota stonata della serata. Viene ammonito, commette il fallo da rigore rischiando grosso l’espulsione. Anche sul terzo gol viene fatto fuori con troppa facilità da Veretout che scherza con lui. Rimane un buon giocatore ma sicuramente non può essere lui il vero sostituto di De Vrij.

LUKAKU 6.5: Sulla fascia è un motorino, corre e innesca i compagni.

MURGIA 6: Sarebbe un senza voto o comunque un voto neutro, perché viene espulso ingiustamente per un fallo che non c’e, anzi è lui a subire una spinta da Chiesa.

LEIVA 6: E’ apparso stanco, forse lui più di tutti gli altri, anche più di Immobile. Rischia in qualche circostanza, ma da un suo spunto nasce uno degli episodi contestati: ci stava il rigore. Damato sconfessa pure il Var…

MILINKOVIC-SAVIC 6.5: Tra le stelle davanti è quella che brilla di meno, ma porta il suo mattoncino e peso su una vittoria epica. Nel finale litiga con l’ex Pioli.

MARUSIC 6.5: Anche lui è un pericolo costante con le discese sulla fascia. Da un suo spunto nasce il gol della vittoria.

LUIS ALBERTO 8: Migliore in campo! Segna un grandissimo gol su punizione, pennella la palla del 2-2 per Caceres e segna il gol del definitivo sorpasso. Non si risparmia mai e disegna calcio. Peccato per l’ammonizione che da diffidato gli impedirà di esserci domenica contro la Sampdoria, mancherà a questa squadra.

IMMOBILE 6.5: Si batte, causa l’espulsione di Sportiello ed è sempre nel vivo della manovra offensiva laziale. Sfiora un gol con un tiro da fuori nella ripresa, esce scontento e non fa nulla per non mostrarlo. Era in dubbio e dei suoi presunti acciacchi fisici, nessuno se n’è accorto.

FELIPE ANDERSON 7: Una spina nel fianco della Fiorentina, il suo gol è una gemma da aggiungere alla sua collezione.

LULIC 6: Porta il suo contributo nel finale. Talismano: entra e la Lazio segna il 3-4!

CAICEDO S.V.

INZAGHI 8: Da “pazzi” la scelta di rinunciare a De Vrij per inserire Felipe Anderson al 20′ sotto di una sola rete, una scelta tecnica molto offensiva. Resta da rivedere la difesa e i segnali che lui dà non sono incoraggianti in questo senso ma per stasera merita un voto altissimo perché è il principale artefice di questa (ennesima) impresa!

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!