Pagelle Empoli-Lazio 1-2




La Lazio sbanca il “Castellani” di Empoli. Ecco le pagelle dei biancocelesti:

STRAKOSHA 6: Sul gol non può davvero nulla, per il resto è inoperoso tutta la serata o quasi.

BASTA 5.5: Si vede poco, non è al meglio e forse un turno di riposto questa sera gli avrebbe anche giovato.

WALLACE 6: Qualche piccola sbavatura nel finale ma nulla di allarmante, salva alla grande su Maccarone nel primo tempo.

HOEDT 6.5: Prova robusta, in crescita.

RADU 6: Anche lui non era al meglio, fino ad uscire nel secondo tempo.

MILINKOVIC-SAVIC 6: Una prova di sostanza, è un centravanti aggiunto ormai visto i suoi centimetri. Ci prova con cross e anche conclusioni, ma gli va male.

BIGLIA 7: Prestazione mostruosa del Capitano questa sera. E’ su tutti i palloni, ne recupera parecchi e sbaglia una sola volta in tutta la partita, rimediando con un’ammonizione che gli farà saltare Lazio-Udinese. Prova anche il tiro da fuori senza successo.

PAROLO 6.5: Anche per lui una buona prova e dopo il poker a Pescara ci riprova in trasferta. Ma una deviazione di Costa prima e Skorupski poi gli dicono di no.

FELIPE ANDERSON 7: Anche la sua gara è stata grandiosa, i due gol sono partiti entrambi dalle sue parti. Sbaglia troppo però sotto porta.

IMMOBILE 7: Segna e rimette le cose sui giusti binari 1′ dopo il gol di Krunic. Per il resto sbaglia qualche gol di troppo, ma non è facile in mezzo a 3-4 maglie azzurre.

LULIC 6.5: Schierato nel tridente d’attacco, recupera anche molti palloni. Nel finale torna a fare prima la mezzala poi il terzino.

KEITA’ 7: Il suo gol, deviazione o meno, è pesantissimo e regala i tre punti alla biancoceleste.

DJORDJEVIC 6: Entra e prova a dare il suo contributo.

BASTOS S.V.

INZAGHI 7: Il problema è il solito: la Lazio crea tantissimo, domina l’avversario ma concretizza poco. Anche questa sera il copione sembrava quello, ma la Lazio reagisce subito e porta a casa una vittoria pesante in chiave Europa.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!