Pagelle Bologna-Lazio 1-2




La Lazio vince a Bologna, soffrendo nel finale. Ecco le pagelle dei biancocelesti:

STRAKOSHA 6.5: E’ sempre attento quando deve, resiste all’assalto finale anche se non deve compiere grandi interventi. Beffato dal fuoco amico, su Lulic non poteva far nulla.

BASTOS 6.5: Buona partita per l’angolano, qualche volta si dimentica il pallone, ma la maggior parte sono interventi importanti.

DE VRIJ 7: Ennesima grande prestazione, tiene a galla l’intera difesa biancoceleste e non fa perdere la bussola ai suoi compagni.

RADU 7: Va in campo nonostante la febbre dei giorni scorsi, e non si risparmia. Il solito combattente.

LULIC 6: E’ una serata in chiaro-scuro. Generoso, lotta, c’è sempre, pennella l’assist per il gol di Milinkovic, segna il raddoppio e primo gol per lui questa stagione. Poi rischia la frittata già nel primo tempo per poi commetterla nel secondo, quando sembra non averne più, sbandando, ma al momento della sostituzione se la prende malamente e platealmente con Inzaghi. Comportamento da censurare.

PAROLO 6.5: Recupera un numero immenso di palloni, è sempre al posto giusto nel momento giusto. Peccato che nel finale sbaglia un gol facile facile davanti a Mirante.

LUCAS LEIVA 6.5: Fa legna in mezzo al campo, gioca una buona partita.

MILINKOVIC-SAVIC 6.5: Grandioso nel primo tempo, con il gol segnato che spiana la strada, ma nel secondo quasi sparisce.

MARUSIC 6.5: Ottimi spunti nella prima parte di gara, è lui ad avviare la splendida azione del rigore conquistato da Milinkovic. Cala nella ripresa.

LUIS ALBERTO 6: Serata normale per lo spagnolo, non deve strafare. E’ già la seconda prestazione sufficiente, segno di una stanchezza che si sta accumulando, ma è anche vero che non può sempre andare a mille all’ora.

IMMOBILE 6.5: Sfortunato, non era la sua serata ma per l’impegno e voglia non gli si può dire nulla. Prende tre pali, compreso quello del rigore sbagliato, un’altra azione che per poco gli dice male. Non era serata, capita anche ai migliori.

LUKAKU 6: Entra e fa il compitino, sbagliando anche qualche appoggio o passaggio.

NANI 6.5: Si mette in luce per alcune progressioni che potrebbero portare a maggiori fortune. Tutti l’aspettano, deve solo iniziare a dire la sua.

PATRIC S.V.

INZAGHI 7: Ennesima vittoria, questa volta soffrendo. Mostra carattere, e sa come affrontare ogni situazione. Un grande allenatore che non si scoraggia mai. Da notare come reagisce, fissandolo a lungo, alla sceneggiata di Lulic.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!