Milinkovic boom boom, Lazio corsara al “Mapei Stadium” (FOTOGALLERY ESCLUSIVA)




sassuolo-lazio2

La Lazio vince al “Mapei Stadium” di Reggio Emilia contro il Sassuolo, giocando una partita da grande squadra. La doppietta di Milinkovic e il rigore di Immobile chiudono la pratica già ad inizio ripresa, nonostante il turnover attuato da Inzaghi, che lascia in panchina giocatori dal calibro di De Vrij, Parolo, Lulic e Luis Alberto. Scelte comprensibili, vista la partita giocata giovedì sera e gli imminenti prossimi impegni contro Milan in Coppa Italia mercoledì, e Juventus sabato prossimo. Piegare la resistenza degli uomini di Iachini non era facile, soprattutto con questa facilità: non sarà più il Sassuolo dei miracoli, ma rimane una squadra di tutto rispetto, che potrà dire la sua nella corsa salvezza. Riguadagnato il terzo posto, con 52 punti, davanti all’Inter a 51 e scavalcata la Roma a 50, in questa continua corsa Champions fatta di sorpassi e controsorpassi tra le tre squadre. E il Milan (con la Sampdoria), in netta ripresa e che ha battuto proprio i giallorossi, a -8 dai biancocelesti è da tenere comunque d’occhio. Nel settore ospiti trovano posto solo circa 150 laziali, visto il divieto di trasferta per i residenti nel Lazio, ma in realtà ne sono molto di più, visto che la tribuna è quasi totalmente composta da tifosi biancocelesti.

Iachini si affida al solito 4-3-3 e cambia tutto in difesa: Peluso affianca Acerbi al centro, sulle fasce i giovani Adjapong e Rogerio. Alla squalifica di Goldaniga, si è unita la febbre di Lirola. A centrocampo gioca l’ex Roma Mazzitelli e non Duncan. I cambi di Inzaghi, come detto, sono gli inserimenti dal 1′ di Luiz Felipe, Murgia, Lukaku e Felipe Anderson. I primi minuti mettono in chiaro subito che sarà la Lazio a fare la partita, e infatti dopo 7′ è già in vantaggio con un tiro da fuori area di Milinkovic-Savic, deviato da un giocatore neroverde, che finisce dritto all’incrocio dei pali! La Lazio gestisce il vantaggio, giocando spesso con sufficienza e poca cattiveria, facendo arrabbiare anche Inzaghi. Il Sassuolo però, non riesce ad essere mai realmente pericoloso, se non con un tiro di Berardi dalla distanza, parato senza problemi da Strakosha. Alla mezz’ora, dopo un’azione da play-station dei biancocelesti, il pallone sbatte sulla mano di Rogerio. L’arbitro lascia correre per ben 3′-4′: tanto che arriva nel frattempo l’ammonizione per Leiva e le proteste, reiterate, di Inzaghi. Poi però entra in scena il Var e l’arbitro Manganiello assegna il rigore: Immobile segna e fa 0-2. Il Sassuolo ha una grande occasione su un’uscita a vuoto di Strakosha, ma Babacar non inquadra lo specchio della porta. Finisce così il primo tempo, con la Lazio che potrebbe anche segnare ancora ma non è cinica: Marusic punta e salta spesso Rogerio, mentre Lukaku è spesso distratto.

La ripresa di apre subito con il tris biancoceleste, ancora con Milinkovic-Savic che segna il suo primo gol stagionale di testa, il nono in totale in campionato, su un cross dalla destra di Felipe Anderson. La partita in pratica finisce qua, anche se è spesso nervosa sin dal primo tempo, con il Sassuolo che protesta a più riprese con l’arbitro per le decisioni prese. E così s’incattivisce: tanti falli brutti da una parte e dall’altra e a farne le spese è Berardi che (già ammonito) scalcia con i tacchetti Radu e viene cacciato dopo un’altra Var Review. Rosso diretto. Così come poco dopo una manata di reazione di Marusic, costa il rosso diretto al terzino serbo. Un gesto molto ingenuo, in una partita ormai conclusa: ora non ci sarà contro la Juventus e forse anche in altre, visto che sono probabili più di una giornata di qualifica. Un’ingenuità clamorosa. Strakosha salva su Adjapong e Wallace spazza il possibile tap-in di Babacar. Succede poco altro, la Lazio risparmia energie e pensa al Milan per mercoledì, quando ci vorrà uno sforzo ben maggiore.

IL TABELLINO
SASSUOLO-LAZIO 0-3

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Adjapong, Acerbi, Peluso, Rogerio; Missiroli, Magnanelli (85′ Sensi), Mazzitelli; Berardi, Babacar, Politano (70′ Ragusa). A disp: Pegolo, Marson, Lirola, Lemos, Dell’Orco, Duncan, Biondini, Frattesi, Cassata, Pierini. All.: Giuseppe Iachini

LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Wallace, Luiz Felipe, Radu; Marusic, Murgia, Leiva (60′ Parolo), Milinkovic, Lukaku (60′ Lulic); Felipe Anderson; Immobile (81′ Nani). A disp: Guerrieri, Vargic, Patric, Basta, Bastos, Caceres, de Vrij, Luis Alberto, Caicedo. All.: Simone Inzaghi

ARBITRO: Gianluca Manganiello (Pinerolo)

MARCATORI: 7′, 47′ Milinkovic (L), 31′ rig. Immobile (L)

NOTE. Ammoniti: Berardi, Missiroli, Rogerio (S) Leiva, Wallace, Lukaku (L) ESPULSI: al 54′ Berardi (S), al 62′ Marusic (L). Recupero: 3′ pt, 4′ st

La nostra redazione, ieri era in tribuna al “Mapei Stadium”, ecco alcuni scatti ESCLUSIVI della gara!

sassuolo-lazio1sassuolo-lazio5sassuolo-lazio3sassuolo-lazio4

 

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!