Lazio vs Roma – 25 Maggio 2015


In occasione del derby, “Tifosi a Confronto” dà voce ad una aquilotta e una lupacchiotta molto fiere dei colori che amano.
Giuliana, tifosa giallorossa, quasi 23 anni, studia Scienze Motorie ed è una vera e propria appassionata di calcio: prima militava in una squadra di serie C ora, invece, si dedica solo a qualche torneo o partitella tra amiche.

Ad una calciatrice risponde un avvocato, Marianna, tifosa biancoceleste; ama così tanto la Lazio che, in passato, è andata in auto, da sola, fino all’Olimpico a sostenere la sua squadra del cuore.
Marianna ringrazia la Lazio non solo per le gioie e le emozioni che regala, ma anche per averle fatto conoscere quell’aquilotta che è diventata la sua migliore amica. Galeotta fu questa Lazio… anche se l’amore della sua vita è un ragazzo tifossimo del Napoli e gli sfottò tra i due non mancano mai!

 

GIULIANA LUCIANO – ROMA

1. Napoletana che tifa Roma, come mai questa scelta?Giuliana Luciano
Ho sempre amato il calcio sin da piccola, seguivo soprattutto le partite della Nazionale e da li ho visto giocare Totti, così è iniziato l’amore per lui che oggi è diventato l’amore per tutta la Roma.

2. Nonostante non viva nella Capitale, quanto sente il derby tra le due squadre romane?
Sinceramente, abitando a Napoli, il derby lo sento più con il Napoli che con la Lazio perché la competizione la sento qui, dove vivo. Però il derby è sempre il derby ed è sempre brutto perderlo!

3. Racconti le emozioni provate il 26 maggio 2013 nella finale di Coppa Italia.
Ovviamente, ripeto, è sempre brutto perderlo un derby soprattutto se si tratta di una finale. Naturalmente in quel momento la delusione è tanta però la propria squadra si sostiene sempre anzi, soprattutto, in quei momenti e poi sempre meglio arrivarci in una finale di Coppa Italia che non farla proprio, no?!

4. Pensa ci sia una rivincita per la “Coppa in faccia”?
Non credo tanto nelle rivincite… credo che ogni partita la si debba giocare per vincere dal primo all’ultimo minuto contro qualunque squadra, penso che questa debba essere la mentalità di una squadra vincente.

5. Le aspettative di questa Roma sono state annientate durante il corso dell’anno calcistico: fuori dalla corsa Scudetto, Champions League e conseguente Europa League, Coppa Italia, come può definire questo anno?
È vero all’inizio dell’anno c’erano aspettative sicuramente superiori rispetto a dove siamo ora, però non lo definirei totalmente un anno fallimentare perché comunque siamo ancora secondi, dietro ad una squadra che tra qualche settimana va a giocarsi la finale di Champions. Speriamo solo che l’anno prossimo riusciremo ad alzare qualche Coppa!
 
 

MARIANNA FALANGA – LAZIO

1. Napoletana che tifa Lazio, come mai questa scelta?Marianna Falanga
Sono laziale dal 1998: a casa mia non si seguiva il calcio meno che per gli eventi particolarmente importanti quali Europei e Mondiali e, fu proprio in occasione di France ’98, che mi “innamorai” del nostro capitano, Sandro Nesta. Da allora non ho più smesso di seguire la Lazio.

2. Nonostante non viva nella Capitale, quanto sente il derby tra le due squadre romane?
Credo che la Lazialità non si misuri dal territorio di appartenenza. Tutti i laziali sentono il derby in modo particolare, del tutto anomalo rispetto a qualsiasi altro match.

3. Racconti le emozioni provate il 26 maggio 2013 nella finale di Coppa Italia.
Il 26.05.2013 è una data storica per me. Ero a casa perché festeggiavamo il compleanno del mio ragazzo, una sofferenza atroce non averlo potuto seguire allo stadio. Ricordo il mio salto al 71′, un triplo carpiato con un’elevazione assurda… poi il pianto, la gioia incontenibile.

4. Pensa ci sia una rivincita per la “Coppa in faccia”?
Rivincita? No, non esistono rivincite: il 26.5.2013 è per sempre!!!

5. La sorpresa della Lazio di quest’anno? Ha mai pensato di arrivare in finale di Coppa Italia e rincorrere un posto in Champions?
Forse in finale di Coppa Italia si, la lotta per la Champions è stata una sorpresa inaspettata e bellissima.

 
 

Grazie a Giuliana e Marianna per la loro disponibilità.

 
 
Se pensi di essere “un pesce fuor d’acqua” e vuoi essere il protagonista della prossima intervista, cosa aspetti a contattarci?

Contattaci

 
 

Dona Online

 
 

Giovanna Campagna
Sono nata il 09/04/1986 a San Gennaro V.no. Amo la Lazio grazie a Nesta; penso sia nata con l’aquila sul petto e, come dice Di Canio, “essere laziali finisce con il diventare uno stile di vita, un modo di sopportare e superare ogni tipo di difficoltà”.