Lazio vs Genoa – 20 novembre 2016





Dopo la sosta torna il campionato e questa domenica all’Olimpico si presenterà il Genoa di Ivan Juric,  bestia nera dei capitolini negli ultimi anni. Andiamo ad analizzare…l’avversario di turno!

pavoletti

L’ANALISI

Il Genoa di Ivan Juric è a quota 16 punti, a metà classifica con una partita da recuperare e per alcuni tratti di questa stagione è anche stata la sorpresa. Nelle ultime giornate è in calo, anche per il derby perso contro la Sampdoria un mese fa ma rimane una formazione di tutto rispetto. La prestazione migliore è stata sicuramente quella con il Milan in casa, con la vittoria dei “Grifoni” per 3-0. Si tratta di una classica squadra di centro-classifica in serie A che può mettere in difficoltà, se in giornata, tutti. L’allenatore è un esordiente nella massima serie, Juric, che l’anno scorso ha portato il Crotone dalla B alla A. Bisognerà stare attenti, anche perché la storia recente di Lazio-Genoa è irta di ostacoli…

I PRECEDENTI

E come dicevamo su, per l’appunto, gli ultimi precedenti non sono per nulla favorevoli ai colori biancocelesti. L’anno scorso arrivò una vittoria (per 2-0) per sfatare un lungo tabù che vedeva i rossoblù vincere in casa laziale da ben quattro anno di fila, che, sommati ai quattro successi a “Marassi”, facevano del Genoa la squadra capace di battere la Lazio negli ultimi 8 precedenti su 8. L’anno scorso il vento è cambiato (con 4 punti in due sfide) ma per una sana vendetta occorre continuare così anche quest’anno. Comunque, i precedenti totali in casa biancoceleste vedono 23 vittorie della Lazio, 16 pareggi e 10 successi genoani.

LA STELLA

E’ sicuramente Leonardo Pavoletti, il bomber del Genoa che l’anno trascorso trascinò i rossoblù di Gasperini verso le posizioni di centro-classifica. Il bomber è dato per partente a gennaio, forse destinazione Napoli, anche se lo stesso si diceva la scorsa estate. Preziosi, patron del club, ha sempre smentito queste voci. Ad ogni modo poco importa: domenica sarà in campo e bisognerà fare molta attenzione! Anche il portiere, Perin, è un campioncino da tenere in considerazione.

GLI EX

Due gli ex di questa partita che militano nel Genoa. Il primo è Pandev, che ha militato nella Lazio dal 2004 al 2010, contribuendo ai successi della Lazio di Delio Rossi: terzo posto nel 2007, Coppa Italia nel 2009. La sua storia in biancoceleste però non si è conclusa nel migliore dei modi per via della sua causa con Lotito che lo mise fuori rosa per una stagione, reo di non aver rinnovato il contratto. Il secondo, invece, è Gentiletti che ha giocato in biancoceleste gli ultimi due anni. La sua storia ha la città di Genova e Marassi nel destino: l’infortunio serio a settembre 2014 contro il Genoa che gli costò in pratica l’intera stagione; il ritorno in campo contro la Sampdoria a maggio 2015 con tanto di gol-partita. E ora il trasferimento proprio al Genoa. Infine, da parte laziale, il Genoa rappresenta la squadra del debutto e dei primi gol in A di Ciro Immobile.

LA PROBABILE FORMAZIONE

La squadra di Juric gioca di solito con il 3-4-3, alternando molti giocatori. Al momento l’allenatore ha l’intera rosa a disposizione. Davanti a Perin ci saranno Izzo, Burdisso e uno tra Gentiletti e Orban. Sulle fasce Edenilson e Laxalt in vantaggio su Lazovic e Ntcham. In mediana Miguel Veloso e Rincon. In attacco con Pavoletti ci saranno Ocampos e probabilmente Rigoni nel nuovo ruolo, insolito, di esterno d’attacco.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!