Lazio di rimonta, succede tutto nel primo tempo!




Udinese-Lazio 1-2

La Lazio vince 1-2 ad Udine in rimonta con le reti di Immobile e Felipe Anderson, una gara decisa tutta nel primo tempo, e sfrutta così le sconfitte di Roma e Inter nella corsa alla zona-Champions e si affaccia di nuovo al terzo posto, a pari punti con i giallorossi e a +1 sull’Inter, ad una settimana dal derby. Una grande risposta visto anche le fatiche di Coppa che si sono fatte sentire, ma la gara è stata vinta in scioltezza contro un avversario arrivato all’ottava sconfitta consecutiva! Giovedì c’è il ritorno con il Salisburgo, mentre domenica prossima ci sarà la stracittadina.

L’ex Oddo si affida al 3-5-2 con Larsen sulla fascia al posto di Widmer, e il tandem Maxi Lopez-Lasagna. Quest’ultimo è al ritorno dal 1′ dopo oltre due mesi di infortunio. Inzaghi risponde con lo stesso modulo, rilancia Bastos ma soprattutto schiera tutti i suoi uomini migliori dall’inizio per la prima volta: Milinkovic e Luis Alberto a centrocampo accanto a Leiva, Felipe Anderson dietro Immobile in attacco. Le fasce sono di Lulic e Marusic. I primi 15′ sono tutti dell’Udinese che arriva più volte alla conclusione o si rende pericolosa con iniziative che trovano spesso gli attaccanti friulani in superiorità numerica nell’area di rigore laziale che, soprattutto sulla parte di sinistra, è spesso deserta. Quasi inevitabile arriva il gol del vantaggio con uno splendido colpo di testa in tuffo di Lasagna su assist di Larsen dalla destra, su cui Strakosha non può proprio nulla. Inizio tutto in salita per i biancocelesti, che sembrano risentire delle scorie della gara di giovedì, anche per colpa di una squadra avversaria che deve giocarsi la partita della vita e approccia bene al match. Ma dopo il gol la gara cambia. L’Udinese si spegne, mentre la Lazio entra realmente in campo. Prima con qualche sterile occasione in area avversaria, ma tanto basta per far capire che i capitolini ci sono e stanno per prendere in mano il pallino del match, guidati, come sempre, da un monumentale Leiva. Così arriva il pareggio dopo un tiro sbagliato di Lulic che si trasforma in assist per Immobile che non dà scampo all’ex Bizzarri. Oddo s’infuria per un presunto fallo a centrocampo, ma l’arbitro, l’internazionale Rocchi, dopo un silent-check con il Var, convalida. La Lazio inizia a spingere e, dopo una parata di Bizzarri non facile, arriva il gol di Luis Alberto che duetta con l’onnipresente Immobile e scarica alle spalle dell’ex di turno da posizione defilata dentro l’area di rigore.

Il secondo tempo si apre con il cambio Patric-Lulic (che nel primo tempo non stava per nulla bene) ma la partita non sale di tono e va avanti con ritmi bassi. E’ ciò che vuole la Lazio: in vantaggio, non spreca troppe energie. Sta all’Udinese provare a fare qualcosa in più per riprendere il risultato e scongiurare l’ottava sconfitta di fila. Ma gli uomini di Oddo non sembrano avere la forza e sbagliano troppo. La loro reazione è confusa, forse dettata anche dalla situazione. Inizia la girandola di sostituzioni: nei biancocelesti entrano Murgia e Caicedo per i due match-winners Luis Alberto e Immobile, mentre l’Udinese fa entrare De Paul e Ingelsson. Bizzarri mette una pezza su un tiro di Marusic, poi sono gli uomini di Oddo a provare un ultimo sforzo, con un forcing finale che mette in apprensione i biancocelesti, un po’ in sofferenza. Jankto, nell’unica vera occasione all”88, svetta tutto solo sulla difesa laziale ma la palla, colpita di testa, esce di un soffio, a Strakosha battuto. Scampato il pericolo, la Lazio amministra con qualche affanno di troppo. Vittoria importantissima in chiave-Champions.

IL TABELLINO
UDINESE-LAZIO 1-2

UDINESE (3-5-2): Bizzarri; Nuytinck, Danilo, Samir (59′ Widmer); Larsen, Barak, Balic, Jankto, Adnan (73′ Ingelsson); Maxi Lopez (72′ De Paul), Lasagna. A disp: Scuffet, Borsellini, Stryger, Pezzella, Zampano, Hallfredsson, Pontisso, Perica. All.: Massimo Oddo

LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Bastos, de Vrij, Luiz Felipe; Marusic, Luis Alberto (60′ Murgia), Leiva, Milinkovic, Lulic (46′ Patric); Felipe Anderson; Immobile (72′ Caicedo). A disp. Guerrieri, Vargic, Radu, Basta, Wallace, Caceres, Di Gennaro, Lukaku, Nani. All.: Simone Inzaghi

ARBITRO: Gianluca Rocchi (Firenze)

MARCATORI: 13′ Lasagna (U), 27′ Immobile (L), 37′ Luis Alberto (L)

NOTE. Ammoniti: Caicedo, Murgia (L). Recupero: 1′ pt, 2′ st

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!