L’angolo di…Salvatore Nappi





E’ il turno di Salvatore Nappi che racconta come è scattata la scintilla per la compagine biancoceleste.

” L’amore per questi colori è nato più di 20 anni fa, essendo napoletano innamorarmi della Lazio era fuori dal mondo ma galeotto fu un viaggio con la scuola nella bellissima Roma: in televisione trasmettevano la partita della Lazio contro il Foggia…lì è scoccato l’amore per Piernappi1luigi Casiraghi e dal quel giorno ho seguito ogni settimana, per radio e per TV, la squadra biancoceleste di nascosto da mio fratello e mio padre in quanto tifosi accaniti del Napoli che non avrebbero mai accettato ciò…fino a quando ho deciso di far un doppio outing: ho confessato il mio amore per la Lazio e di essere omosessuale; gli è preso un doppio colpo ma poi abbiamo imparato a convivere tutti insieme.

 

Il mio grande sogno si è avverato nel 2018 quando, dopo tutti questi anni, sono riuscito ad andare a vedere la mia Lazio a nappi2Reggio Emilia, contro il Sassuolo: mi è scoppiato il cuore di gioia vederli lì, a pochi metri da me, dopo anni che li acclamavo in TV; avevo il cuore in gola, le gambe che tremavano…un misto di emozioni difficile da spiegare.
Poi ho pensato di aspettarli a fine partita e sono stato ripagato: ho avuto modo di abbracciarli e far foto con loro e poi ho pensato “adesso posso anche morire, ho realizzato un sogno che rincorro da più di 20 anni”. ”

 

Giovanna Campagna
Sono nata il 09/04/1986 a San Gennaro V.no. Amo la Lazio grazie a Nesta; penso sia nata con l’aquila sul petto e, come dice Di Canio, “essere laziali finisce con il diventare uno stile di vita, un modo di sopportare e superare ogni tipo di difficoltà”.