L’angolo di… Ivan Carpentieri


Dopo una lunga pausa eccoci di nuovo all’appuntamento con l’Angolo del Laziale dove i protagonisti principali siete voi. Oggi a raccontarci la sua storia è Ivan, tifoso della Lazio, nato a Napoli ma che vive ormai da 8 anni a Roma per amore (e lavoro). Adora il calcio, in particolare la Premier League, giocare alla Play, cucinare, mangiare…e la gnocca! Anche a lui il solito incipit, must di questa rubrica: “Raccontaci come è nata la tua Lazialità” .


426748_10200719292336235_2042545669_n“Io sono un grande Laziale!”:
Così rispondo a tutti quelli che mi chiedono per quale squadra tifo. Non perchè abbia manie di grandezza o mi senta unico e solo, semplicemente perché l’unicità del nostro essere rende tutto GRANDE. Napoletano (per la città, sia chiaro!) e Laziale, due eccellenze insieme. Ho 31 anni, sono nato a Napoli nel lontano 1984, partenopeo purosangue cresciuto a Secondigliano… eppure la genetica mi ha fatto uno scherzo. Laziali si nasce non ci si diventa, è tutta una questione di cromosomi e destino. Tutto iniziò nel 1994: mondiali statunitensi, Italia-Norvegia, casa Carpentieri non era solita seguire il calcio ma quella sera, non ricordo perché, si guarda la partita; l’unico mio contatto col calcio in passato fu un album panini 91/92 in cui la foto di un certo Ruben Sosa, attaccante della S.S. Lazio 1900,  mi ispira simpatia; torniamo ai Mondiali del 1994, di calciatori in campo ne conosco pochi e di sicuro non conosco il biondino numero 20 degli azzurri; mentre guardo la partita, annoiato, arriva la folgorazione, il colpo di fulmine, il destino: il 20 prende palla ne scarta due ed accende il mio cuore! Quel 20 era Beppe Signori (che nell album 91/92 era una figurina del Foggia) “e segna sempre lui e segna sempre lui“… Da allora amo il calcio e la S.S.Lazio 1900. Il destino a volte fa scherzi. Amando la Lazio e non potendola vedere giocare dal vivo, data la distanza e la mia giovane etá, sognavo un giorno di trasferirmi a Roma in pianta stabile; beh il destino ha voluto che mi innamorassi di una bella romana (simpatizzante romanista, ma almeno ora le piace il Sassuolo; purtroppo non si può avere tutto dalla vita) e che mettessi su famiglia a Roma. Pensate ancora che essere Laziali sia un caso?????

 

 

Se vuoi essere il protagonista della prossima intervista e raccontarci come è nata la tua Lazialità, cosa aspetti a contattarci?

Contattaci

Dona Online

Luca Scandurra
Sono nato a Napoli il 05/11/1987. Nei prossimi mesi mi laureerò in Architettura. Amo la grafica, la tecnologia, la cucina, le serie Tv ed ovviamente la Lazio; è lei ad aver scelto me quando avevo 8 anni. Della Lazialità adoro i valori, l’eleganza e il non “essere una moda”.