La Lazio risorge! Battuta l’Inter a Milano: 1-2


inter-lazio 1-2

Clamoroso a San Siro: la Lazio risorge nella partita più difficile e batte l’Inter capolista a domicilio e si rilancia alla grande. In un solo botto arrivano: i 3 punti (che mancavano da ben 7 partite con soli 2 pareggi), i punti in trasferta, un gioco ritrovato, un’impresa a coronamento di una bellissima partita e la salvezza della panchina per Pioli. La Lazio scende in campo con Matri preferito a Djordjevic e Milinkovic a Cataldi, per il resto Pioli può scegliere ben poco. Mancini invece cambia qualcosa: dentro Melo e non Brozovic, Biabiany e non Ljajic per il suo 4-2-3-1.

La partita entra subito nel vivo nei primissimi minuti con un rischio di Handanovic, un occasione per Perisic e il gol di Candreva nato da azione di calcio d’angolo battuto corto da Biglia. La reazione dell’Inter tarda ad arrivare a la Lazio gioca una buona partita fatta di ripartenze, giocando molto compatta e chiusa, sfiorando anche il raddoppio con una grandissima azione di Anderson che sbaglia al momento del tiro e lo stesso fa Candreva sulla ribattuta. Si và al riposo così, ma nel secondo tempo viene fuori, come prevedibile la qualità dell’Inter. E’ il 61′ e Icardi si inserisce tra i due centrali laziali e batte Berisha. La partita cambia: l’Inter và in pressing e prova a vincerla: ma è qui che avviene la svolta. La Lazio resiste e dopo un po’ riprende a macinare gioco e provare a vincerla a sua volta: l’occasione arriva al 86′ quando arriva il rigore per un fallo di Felipe Melo (disastrosa la sua prova). Dal dischetto Candreva si fa respingere la conclusione da Handanovic che però gli ritorna sui piedi e batte l’estremo difensore interista. La partita s’incattivisce: vengono espulsi Felipe Melo per un’entrataccia su Biglia, poi anche Milinkovic. Finisce con un maxi-recupero, nervosismo e l’Inter che le prova tutte. Ma fortunatamente non basta!

Lazio batte l’Inter a Milano, passando un Natale più sereno anche se c’è ancora molto da fare come ha spiegato lo stesso Pioli e da qui bisogna ripartire. Forse la sosta arriva nel momento meno propizio per quanto riguarda la condizione psicologica della squadra ma sicuramente farà bene per recuperare i vari infortunati. La via della guarigione è ancora lontana, e guai sedersi sugli allori per questa partita. Certo viene da chiedersi se giocasse sempre così…

 

Inter-Lazio 1-2

Marcatori: 5′ Candreva (L), 61′ Icardi (I), 87′ Candreva (L)

INTER (4-2-3-1): Handanovic; Montoya, Murillo, Miranda, Telles (89′ Palacio); Medel, F.Melo; Biabiany (58′ Brozovic), Jovetic (58′ Ljajic), Perisic, Icardi.

A disp. Carrizo, Juan Jesus, Dodò, Kondogbia, Guarin, Santon, D’Ambrosio, Nagatomo, Manaj.

All. Mancini Roberto

 

LAZIO (4-3-3): Berisha; Konko, Mauricio, Hoedt, Radu; Milinkovic, Biglia, Parolo; Candreva (95′ Patric), Matri (74′ Djordjevic), Felipe Anderson (83′ Keita).

A disp. Guerrieri, Matosevic, Braafheid, Prce, Onazi, Cataldi, Oikonomidis, Mauri.

All. Pioli Stefano

ARBITRO: Mazzoleni (sez. Bergamo). AA.: Di Liberatore-Preti. IV: Meli. ADD.: Rizzoli-Di Bello

NOTE. Ammoniti: 49′ Biglia (L), 55′ Biabiany (I), 65′ Milinkovic (L), 87′ F.Melo (I), 92′ Candreva (L)

Espulsi: 90′ F. Melo (I) per doppia ammonizione, 93′ Milinkovic (L) per doppia ammonizione

Recupero: 1′ pt; 5′ st.

 

Dona Online

VOTA IL MIGLIORE IN CAMPO DI INTER - LAZIO

Visualizza i Risultati

Loading ... Loading ...
Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!