La Lazio fa “viola” la Fiorentina!




lazio-fiorentina 3-1

La Lazio torna alla vittoria all’Olimpico dopo la sconfitta nel derby, dà continuità alla vittoria di Marassi contro la Sampdoria e batte anche la Fiorentina 3-1 con le reti di Keità, Biglia e Radu nel finale. Ma c’è da rivedere, ancora una volta, il secondo tempo degli uomini di Inzaghi che ormai non può essere solo un caso visto che in tutte le partite accade lo stesso. Partenza sprint nel primo tempo e calo costante nella ripresa. Squadra in difficoltà, che soffre e che per poco non vanifica quanto di buono fatto nella prima frazione. Sarebbe successo con ogni probabilità oggi, se Ilicic non avesse sbagliato un calcio di rigore. Ci sarà da rivedere soprattutto questo perché è ciò che avviene da troppe partite.

Inzaghi ripropone il 3-5-2 con Bastos e Cataldi in campo, riposo per Wallace e Basta con Parolo squalificato. Paulo Sousa risponde con il solito 4-2-3-1 e fa quello che può, viste le tre partite in una settimane e le tante assenze, ultima delle quali Gonzalo Rodriguez che alza bandiera bianca durante la giornata di oggi per un virus intestinale. Nei primi minuti è subito la Lazio ad essere pericolosa con Immobile e soprattutto su palla inattiva con Bastos ma Tatarusanu compie una prodezza. Il volume di gioco laziale cresce, la Fiorentina ci prova in contropiede ma fa ben poco, e al 23′ passa con Keità dopo una bell’azione in verticale. La reazione viola tarda ad arrivare e a fine primo tempo Milinkovic-Savic viene atterrato in area di rigore: dal dischetto Biglia non sbaglia.

Il primo tempo finisce con un rigore e il secondo come inizia? Come era finito il primo, solo che il penalty questa volta è per la Fiorentina con il neo-entrato Cristoforo (al posto dell’infortunato Tomovic) a conquistarlo. Dal dischetto però Marchetti ipnotizza Ilicic e riesce a deviare la sfera e a salvare il risultato. Ma la spinta offensiva della squadra di Paulo Sousa non finisce, anzi, aumenta con l’ingresso dell’ex Zarate. Ed è proprio lui, al 20′ del secondo tempo a trovare il gol dell’ex dopo un’azione di Tello che fa fuori mezza difesa laziale. Da censurare l’esultanza provocatoria del calciatore viola, che si porta una mano vicino all’orecchio, in risposta ai fischi laziali. La Lazio si schiccia troppo e rischia di capitolare varie volte. Inzaghi prova a cambiare qualcosa e si sgola dalla panchina ma il pressing fiorentino si fa sempre più asfissiante, fino a trovare un gol su calcio d’angolo, dopo un’uscita avventata di Marchetti, ma l’arbitro annulla giustamente per fallo di mano, netto, di Sanchez (che in pratica la spinge in porta con l’arto). Solo al 90′ la partita viene chiusa, grazie ad un contropiede tre contro due, rifinito da Immobile e realizzato da Radu.

Schivato un altro ostacolo importante, la Lazio vola al terzo posto in compagnia del Napoli, a -1 dalla Roma seconda e scavalcando il Milan, ora quinto. Ma mercoledì sera ci sarà un altro incontro da far tremare i polsi: l’Inter a San Siro, una squadra che sta risalendo alla grande. Inzaghi dovrà riguardare l’atteggiamento dei suoi nella ripresa perché contro l’Inter non basterà solo un primo tempo ben fatto. E la storia recente di Inter-Lazio lo dimostra. Se poi ci mettiamo che dall’altra parte ci saranno Candreva e Pioli, ovvero i protagonisti della vittoria di un anno fa esatto a San Siro, i temi per la prossima partita, sono tantissimi. Ma per parlare di questo ci sarà tempo nei prossimi giorni…

IL TABELLINO
LAZIO-FIORENTINA 3-1

LAZIO (3-5-2): Marchetti; Bastos, De Vrij, Radu; Felipe Anderson (77′ Wallace), Cataldi (85′ Murgia), Biglia, Milinkovic Lulic; Immobile, Keita (73′ Kishna). A disp.: Strakosha, Vargic, Basta, Lukaku, Hoedt, Patric, Lombardi, Luis Alberto, Rossi. All.: Inzaghi

FIORENTINA (4-2-3-1): Tatarusanu; Tomovic (46′ Cristoforo), De Maio, Astori, Olivera; Sanchez, Vecino; Tello (81′ Chiesa), Ilicic (60′ Zarate), Bernardeschi; Kalinic. A disp.: Lezzerini, Dragowski, Diks, Maistro, Milic, Perez, Babacar. All.: Sousa

ARBITRO: Irrati (sezione di Pistoia)

MARCATORI: 23′ Keita (L), 45+3 rig. Biglia (L), 64′ Zarate (F), 90′ Radu (L)

NOTE. Ammoniti: Tomovic, Olivera, Bernardeschi, Astori, Sanchez (F), Bastos (L). Recupero: 3′ pt, 4′ st. Al 48′ Marchetti (L) para un rigore a Ilicic (F).

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!