La Lazio fa cinquina a Benevento! (FOTO ESCLUSIVE)




benevento-lazio1

La Lazio vince, anzi stravince al “Ciro Vigorito” contro il Benevento per 1-5, e vola in classifica: 28 punti dopo 11 giornate, terzo posto consolidato, sesta vittoria consecutiva in campionato, ottava contando anche l’Europa. Una compagine che vola alla grande, da rivedere solo l’atteggiamento con cui la squadra scende in campo nella ripresa (e non è la prima volta), troppo morbida: così alla lunga si rischiano di buttare le partite. Per il resto una gara giocata alla grande da tutta la rosa, con il settore ospiti gremito, nonostante qualche scaramuccia di troppo tra tifosi locali e laziali, cosa avvenuta anche nella tribuna e contro giornalisti. Non il miglior modo per onorare una squadra ultima e ancora a 0 punti dopo 11 giornate…

Inzaghi conferma la squadra delle ultime uscite: niente turnover, Lulic confermato dopo le polemiche di Bologna. De Zerbi prova a coprirsi con un 3-4-3 molto difensivo, con gli ex Cataldi e Lombardi dal 1′, e Ciciretti in panchina. Alla prima occasione la Lazio passa, con Bastos su calcio d’angolo, che spinge dentro una sponda di Immobile. I capitolini spingono sull’acceleratore e dopo pochi minuti sono già avanti 0-3: prima l’ex Torino lanciato a tu per tu con Brignoli da Milinkovic-Savic, poi Marusic su azione tutta di prima iniziata da Lulic, con assist finale sempre di Immobile. Una partita che sembra un’amichevole del giovedì in questo tratto, tanto è la superiorità laziale, che va vicina anche al poker, soprattutto con uno slalom di Milinkovic su cui Brignoli è bravo a deviare in corner. I locali non sono pervenuti, se non con qualche tiro dalla distanza che sottolinea quanto la squadra sia priva di idee e in confusione, e i fischi e mugugni che provengono dallo stadio non aiutano.

Il primo tempo finisce così, ma nel secondo la musica cambia. La Lazio, probabilmente, entra in campo già convinta di aver vinto la partita e cala di molto. E’ morbida, non arriva prima su nessun pallone, mentre De Zerbi inserisce Ciciretti per cercare di dare la scossa e ci riesce. Dopo una serie di occasioni arriva il gol siglato da Lazaar, dopo proprio uno spunto dell’ex Roma su cui era stato molto bravo Strakosha. Nemmeno il gol subito sveglia i capitolini e anzi il Benevento va davvero vicino a riaprirla la partita, con un paio di occasioni, la più clamorosa viene fermata per fuorigioco. Inzaghi inserisce Lukaku che prova a scuotere i suoi e quasi ci riesce con la specialità di casa: un paio di spunti sulla sinistra. Proprio da quella zona, parte l’azione che termina con il gol di Parolo, il quale mette fine alla partita e ad un po’ di sofferenza (ingiustificata) degli uomini di Inzaghi. Nel finale c’è tempo per il primo gol in maglia biancoceleste di Nani servito dal solito Immobile. E’ l’1-5 finale, che manda in archivio un mezzogiorno e mezzo di fuoco e felicità per i biancocelesti.

IL TABELLINO
BENEVENTO-LAZIO 1-5

BENEVENTO (3-4-2-1) – Brignoli; Venuti, Antei, Di Chiara; Lombardi (79′ Letizia), Viola, Chibsah, Lazaar; Cataldi, Memushaj (46′ Ciciretti); Iemmello (68′ Coda). A disp: Belec, Piscitelli, Gyamfi, Gravillon, Djimsiti, Del Pinto, Kanoute, Puscas, Parigini, Armenteros. All.: Roberto De Zerbi

LAZIO (3-5-1-1) – Strakosha; Bastos, de Vrij, Radu; Marusic, Parolo, Leiva (81′ Caicedo), Milinkovic (58′ Lukaku), Lulic (71′ Nani); Luis Alberto; Immobile. A disp: Vargic, Guerrieri, Mauricio, Luiz Felipe, Patric, Murgia, Jordao, Neto. All.: Simone Inzaghi

ARBITRO: Piero Giacomelli (Trieste)

MARCATORI: 4′ Bastos (L), 13′ Immobile (L), 24′ Marusic (L), 55′ Lazaar (B), 76′ Parolo (L), 86′ Nani (L)

NOTE. Ammoniti: Viola (B), Lukaku (L). Recupero: 2′ st

OGGI LA NOSTRA REDAZIONE ERA A BENEVENTO PER LA PARTITA, ECCO ALCUNE FOTO ESCLUSIVE!

benevento-lazio2 benevento-lazio3 benevento-lazio4 benevento-lazio5

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!