Juventus Stadium tabù: Higuain-Dybala stendono la Lazio




 

juventus-lazio 2-0

Finisce 2-0 allo Juventus Stadium tra i padroni di casa e la Lazio. Niente da fare, il tabù contro i bianconeri rimane. Ormai è dal lontano 2002 che non si vince in casa della “Vecchia Signora” e nell’era Lotito non c’è mai stata una vittoria in campionato contro i bianconeri. Proseguono anche il tabù contro le grandi della Lazio e la striscia di vittorie consecutive in casa della squadra di Allegri, arrivata oggi a 27. C’è stato poco da fare contro una Juventus a tratti stellare e mostruosa, che voleva a tutti i costi la vittoria dopo la sconfitta di Firenze e conseguenti polemiche. La sensazione è che oggi chiunque avrebbe perso contro i campion d’Italia; sta di fatto che i biancocelesti, pur volitivi, non hanno mai impensierito seriamente Buffon, oggi spettatore non pagante.

La Lazio si presenta con il 4-3-3 e Patric al posto dell’infortunato Basta. Anche Luis Alberto non è al meglio, c’è Lombardi. Wallace viene preferito a Bastos. Allegri risponde con un super-offensivo 4-2-3-1 sfruttando l’assenza di Marchisio per dare spazio a Cuadrado-Dybala-Higuain dietro Mandzukic con Pjanic in mediana. L’avvio non lascia scampo ai laziali: dopo 4′ Mandzukic di testa appoggia per Dybala che incenerisce Marchetti e fa 1-0. I biancocelesti provano una timida reazione ma è sempre la Juventus quella più pericolosa e su un cross di Cuadrado dalla destra, arriva Higuain che brucia De Vrij e fa 2-0. Partita chiusa? Probabilmente sì, perché accadrà poco o nulla per tutto il resto del match.

Nel secondo tempo la Lazio prova una reazione che arriva, anche chiudendo la Juventus nella propria metà campo per i primi 15′ ma di azioni concrete non se ne vedono, anche perché la difesa della Nazionale e pluri-campione d’Italia non concede nulla. Difficilissimo trovare spazi, ci provano Milinkovic-Savic e Immobile, ma i loro tentativi sono poca roba.

Finisce 2-0, poco altro da dire, non era questa la partita da vincere. Le risposte dovranno arrivare dalla settimana prossima in poi contro il Chievo e non sarà facile visto che, per la prima volta in stagione, bisognerà rinunciare a Immobile che sarà squalificato: è stato ammonito ed era diffidato. Inzaghi dovrà compattarsi e ripartire dopo una sconfitta ancora una volta.

JUVENTUS-LAZIO 2-0 – IL TABELLINO

JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner (74′ Barzagli), Bonucci, Chiellini, Asamoah; Khedira, Pjanic; Cuadrado, Dybala (82′ Rincon), Mandzukic; Higuain (87′ Pjaca). A disp. Neto, Audero, Dani Alves, Rugani, Hernanes. All. Massimiliano Allegri

LAZIO (4-3-3): Marchetti; Patric, de Vrij, Wallace, Radu (60′ Lukaku); Parolo, Biglia (60′ Djordjevic), Milinkovic; Lombardi (66′ Murgia), Immobile, Felipe Anderson. A disp. Strakosha, Vargic, Bastos, Hoedt, Vinicius, Leitner, Luis Alberto. All. Simone Inzaghi

ARBITRO: Davide Massa (Imperia)

MARCATORI: 5′ Dybala (J), 17′ Higuain (J)

NOTE. Ammoniti: Radu, Immobile, Parolo (L). Recupero: 2′ pt, 3′ st
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!