Immobile-gol e 3 punti sofferti: crisi già finita?




Lazio-Firoentina

La Lazio batte la Fiorentina in una partita soffertissima e respira: l’1-0 finale sa di crisi scacciata via (almeno per ora) dopo le due sconfitte difficili contro Roma nel derby ed Eintracht Francoforte in Europa League. 15 punti in classifica, giallorossi rispediti dietro e quarto poso in graduatoria. Certo guardare oggi la classifica è inutile, ma il messaggio che passa è quello di esserci, anora una volta. Decide il solito Immobile nel primo tempo, ma tante sono le occasioni per i Viola per pareggiare, anche se non limpide e chiare, nella seconda frazione di gioco è stato assedio o poco ci manca. L’importante sono i tre punti: Inzaghi batte il suo predecessore sulla panchina laziale.

Inzaghi si affida al 3-5-2 con Caicedo al fianco di Immobile, Luis Alberto solo in panchina (e lì resterà per tutta la gara). L’ex Pioli risponde con il classico 4-3-3. Non ci sono grandi sorprese nei ventidue in campo. Pronti-via e la Lazio ha subito una grossa chance: il tiro di Parolo finisce a lato di un soffio. La Fiorentina prova a creare qualche apprensione in contropiede, ma nulla di interessante. E’ la Lazio che rischia di regalare letteramente il vantaggio ai Viola. Pasticcio Strakosha-Wallace che sbagliano il rinvio e regalano palla a Benassi, tutto solo insieme a Simeone nell’area piccola. L’ex Torino calcia addosso a Strakosha che si salva in corner, quando poteva servire il figlio del “Cholo” che a quel punto doveva solo spingere il pallone in rete. La gestione di Orsato non piace: inizia a fischiare tutto contro la Lazio, mentre grazia più volte la Fiorentina. Lafont esce e travolge Leiva fuori aerea, fallo da ultimo uomo di Vitor Hugo, calcione di Acerbi a Simeone in area: due decisioni a favore dei baiancocelesti, ma non ne viene presa nemmeno una. Nel frattempo, comunque, i biancocelesti passano. Grazie ad Immobile che è sul palo lontano e insacca l’1-0. La Lazio insiste su corner, ma Lafont riesce a parare.

Nel secondo tempo i ritmi sono più bassi ma è la Fiorentina a fare la partita, la Lazio aspetta. E quest’atteggiamento porta alla squadra di abbassarsi sempre di pià, frischiando non poco. Chiesa è incontenibile e tira da tutte le parti, Pjaca anche è pericoloso e Pioli, fiutando il pericolo, inizia a fare cambi offensivi. Al contrario Inzaghi mette giocatori fisici, con il debutto di Berisha in campionato. Più passa il tempo più la Lazio soffre, al di là di una grande risposta di Lafont nel finale su Correa. Alla fine è 1-0, una vittoria importantissima.

IL TABELLINO
LAZIO-FIORENTINA 1-0

LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Wallace (57′ Luiz Felipe), Acerbi, Radu; Marusic, Parolo, Leiva, Milinkovic, Lulic; Caicedo (53′ Correa); Immobile (85′ Berisha). A disp: Proto, Guerrieri, Bastos, Caceres, Patric, Cataldi, Badelj, Murgia, Luis Alberto. All.: Simone Inzaghi

FIORENTINA (4-3-3): Lafont; Milenkovic, Pezzella, Vitor Hugo, Biraghi; Benassi (46′ Edimilson), Veretout, Gerson (64′ Eysseric); Chiesa, Simeone, Pjaca (80ì Sottil). A disp: Dragowski, Ghidotti, Diks, Ceccherini, Laurini, Hancko, Norgaard, Dabo, Vlahovic. All.:Stefano Pioli

ARBITRO: Daniele Orsato (Schio)

MARCATORE: 37′ Immobile (L)

NOTE. Ammoniti: Lulic, Caicedo, Marusic, Correa, Strakosha (L), Pjaca, Gerson, Vitor Hugo (F

 

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!