Immobile e la Lazio non si fermano: tris anche al Cagliari!




Lazio-Cagliari 3-0

La Lazio non si ferma, stravince anche contro il Cagliari per 3-0, grazie ad un’altra doppietta di Immobile che sale così a 13 gol in 9 giornate, vince la sesta partita consecutiva, la quarta in campionato e vola a 22 punti in classifica a -3 dal Napoli capolista. I biancocelesti danno un calcio alle tante insidie che poteva contenere questa sfida e volano, sempre di più dopo la vittoria allo Stadium. In un Olimpico con la Curva Nord chiusa per squalifica, i tifosi popolano la Sud. Il Cagliari di Diego Lopez, al debutto sulla panchina cagliaritana dopo l’esonero di Rastelli, ha provato a dire la sua, rendendosi anche pericoloso fin quando il risultato è restato in bilico, segnando anche il gol del pareggio poi annullato dal Var per un fuorigioco millimetrico.

Inzaghi si affida all’ormai consolidato 3-5-1-1 con i “titolarissimi”, mentre Diego Lopez risponde con un 3-4-1-2, provando così a cambiare il volto ai sardi. Sau-Farias è la coppia d’attacco, con Pavoletti in panchina. In effetti il piano del tecnico ex Palermo è semplice: sfruttare la velocità dei suoi piccoletti, cercando di impensierire con scatti e velocità i laziali, cosa che in un paio di circostanze avviene anche, creando qualche apprensione a Strakosha e i suoi. Ma alla prima vera occasione è Immobile a catapultarsi su un pallone in area di rigore, prima che ci arrivi Crosta, il giovane portiere cagliaritano schierato al posto degli infortunati Cragno e Rafael. Il rigore è inevitabile e dal dischetto Ciro non sbaglia e festeggia così il suo rinnovo (fino al 2022) con i biancocelesti. Errore di inesperienza per il giovane portiere, che da lì perde sicurezza e lucidità, andando anche in confusione psicologica, rischiando varie volte il naufragio. I minuti successivi al gol vedono la Lazio sfiorare il raddoppio prima con il solito Immobile (che tira da posizione defilata, non servendo Lulic solo in area di rigore) e Luis Alberto, per poi vedere i sardi prendere fiducia e campo, arrivando anche ad essere pericolosi più di una volta, fino al culmine con il gol di Farias, prima convalidato poi annullato dopo un Var Review (il primo all’Olimpico e anche il primo a favore dei biancocelesti, dopo i due a sfavore contro la Juve di settimana scorsa): il fuorigioco è millimetrico. Il primo tempo si chiude con il raddoppio dei biancocelesti e personale di Immobile, con un colpo di testa solo da appoggiare in rete dopo una sponda, sempre di testa, di Marusic che era stato servito da Lulic.

Il secondo tempo si apre come si era concluso il primo, ovvero con la Lazio in gol. Punizione sulla trequarti da posizione defilata, calcia Luis Alberto, palla in mezzo e Bastos in scivolta mette dentro, è 3-0. Da allora la partita assume i ritmi di un’amichevole del giovedì, una partitella in famiglia. Non si contano più grandi occasioni se non un gol annullato a Pavoletti per fuorigioco (giusto) dopo la traversa e riga su un tiro di Farias. Pericoloso anche Joao Pedro con qualche calcio di punizione. Inzaghi pensa a fare le sostituzioni con Murgia, Luiz Felipe e Caicedo che rilevano Leiva, Radu e Marusic. Finisce 3-0 e ora si pensa subito al prossimo impegno, giovedì, quando la Lazio sarà di scena a Bologna, contro la squadra di Donadoni che ben sta figurando quest’anno, soprattutto in casa. Una partita difficile, sicuramente la peggiore di questo ciclo di partite che aspettano la Lazio nei prossimi 15 giorni.

IL TABELLINO
LAZIO-CAGLIARI 3-0

LAZIO (3-5-1-1) – Strakosha; Bastos, de Vrij, Radu (69′ Luiz Felipe); Marusic (78′ Caicedo), Parolo, Leiva (57′ Murgia), Milinkovic, Lulic; Luis Alberto; Immobile. A disp: Vargic, Guerrieri, Patric, Mauricio, Di Gennaro, Jordao, Nani. All.: Simone Inzaghi

CAGLIARI (3-5-2) – Crosta; Andreolli, Romagna, Pisacane; Dessena (64′ Faragò), Ionita, Barella, Joao Pedro, Padoin (76′ Miangue); Farias, Sau (58′ Pavoletti). A disp: Rafael, Daga, Cabras, Capuano, Van der Wiel, Ceppitelli, Cigarini, Giannetti. All.: Diego Lopez.

ARBITRO: Luca Pairetto (sez. di Nichelino)

MARCATORI: 7′ rig., 41′ Immobile (L), 49′ Bastos (L)

NOTE. Ammoniti: Leiva (L), Andreolli, Dessena, Farias, Pavoletti (C).

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!