GABBO VIVE!


Gabriele Sandri

11/11/2007 una data che rimarrà impressa per sempre nella mente di molti appassionati di calcio e non solo. E’ domenica, una normale domenica di campionato o almeno così sembra. La Lazio gioca a Milano contro l’Inter, ma quella partita purtroppo non si giocherà. Perchè nell’area di sosta sull’A1 di Badia al Pino vicino Arezzo succede qualcosa che ancora oggi in molti non si spiegano. In una dinamica ancora ai più poco chiara, probabilmente nasce una piccola rissa tra tifoserie di diverse squadre, quando Gabriele Sandri(nato il 23 settembre 1981, allora ventiseienne)che era in auto con amici sul sedile posteriore, viene raggiunto da un proiettile sparato da tale Luigi Spaccarotella agente di polizia. Per Gabriele(Gabbo per gli amici)non c’è nulla da fare,strappato alla vita così fatalmente e precocemente. Tralasciando tutto ciò che si può dire sull’insano gesto e tutto il processo mediatico e non che si è avuto nel corso degli anni, quella domenica è una delle più tristi di sempre della storia del calcio italiano.

8 anni dopo siamo qui a ricordarlo. Mai è stato dimenticato e nel corso degli anni è sempre stato al centro dei pensieri dei tifosi della Lazio e un po’ di tutti quelli d’Italia. Non esiste partita all’Olimpico dove non si chieda ”Giustizia per Gabriele” e varie iniziative tese a ricordarlo come la sua gigantografia ai piedi della Curva nord o l’emozionante tributo tenutosi nel derby dell’11 novembre 2012, esattamente 5 anni dopo. Una vicenda che ha impietosito tutta l’Italia calcistica, tralasciando qualsiasi campanilismo e rivalità, manifestata sia nelle partite contro la Lazio sia quando sono di passaggio a quella maledetta area di sosta vicino Arezzo.

11/11/2015 sono passati 8 anni ma siamo ancora qui a gridare: GABBO VIVE!!!

Lazio v Olympiacos - UEFA Champions League

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!