Facciamo chiarezza: quale avversaria al play-off di Champions?


Obiettivo stagionale raggiunto.
Nella trasferta di Napoli, ultima fatica di campionato, la Lazio ottiene la possibilità di tornare a giocare la competizione europea più importante dopo ben 8 anni d’assenza.
Se l’obiettivo minimo della “banda Pioli”, infatti, era il rientro in Europa, l’arrivo ai play-off della Champions League sa di vera e propria impresa. Ma quale sarà ora il destino dei biancocelesti, una volta raggiunto questo traguardo così importante?

Ebbene, il 7 agosto ci sarà il sorteggio, ma già ora, a campionati conclusi (manca soltanto la squadra campione di Polonia, il cui verdetto però non interesserà il percorso dei biancocelesti), possiamo immaginare come andranno a comporsi le urne di Nyon.

Prima di tutto, va ricordato che la Lazio entrerà a far parte del gruppo di squadre inserite nel “League Route”, ovvero quello delle formazioni che hanno conquistato la qualificazione tramite il piazzamento in campionato (non vincendolo, come per il “Champions Route”, in cui, invece, troviamo, per esempio, i campioni di Austria, Svizzera, Romania, Repubblica Ceca, Croazia, Scozia, Bulgaria, ecc).

Di conseguenza non resta altro da fare che immaginare le 10 squadre che arriveranno al play-off di diritto o superando le precedenti fasi preliminari ed individuare, quindi, le 5 teste di serie.

Al momento, sicure di partecipare all’ultima eliminatoria prima dei gironi (andata e ritorno previste per il 18-19 e 25-26 agosto) ci sono: Manchester United, Valencia, Bayer Leverkusen, Sporting Lisbona e, appunto, la Lazio.

Queste squadre si susseguono esattamente in quest’ordine nel ranking UEFA, dunque, basterà che dal terzo turno preliminare esca fuori anche una sola formazione piazzatasi nel ranking davanti ai capitolini per escludere questi ultimi dalle teste di serie. E, per sfortuna della Lazio, la fase precedente potrebbe portarne in dote ben tre, ovvero: Ajax, Shakhtar Donetsk e CSKA Mosca.

Di conseguenza, perché i biancocelesti possano rientrare nelle prime cinque servirebbe la contemporanea eliminazione di olandesi, ucraini e russi che affronteranno tre tra le seguenti squadre (che sono quindi papabili avversarie della Lazio in caso diventi testa di serie): Monaco, Club Brugge, Fenerbahce, Panathinaikos, Young Boys, Rapid Vienna e Sparta Praga.

Insomma, bisognerà cominciare ad entrare nell’ordine di idee che, nella peggiore delle ipotesi, dall’urna potrebbe saltar fuori un accoppiamento con Manchester United, Valencia, Bayer Leverkusen, Shakhtar Dontesk o Ajax (se gli ucraini e/o gli olandesi dovessero fallire, tra le teste di serie subentrerebbero Sporting Lisbona e/o CSKA).

Si prospetta un’estate per cuori forti ma, si sa, i Laziali sono nati per soffrire…

Dona Online

Andrea Uttieri
Sono nato a Napoli il 14/12/1988. Studio Ingegneria Civile, ma coltivo la mia passione per il giornalismo sportivo. Mi sono innamorato della Lazio a circa 6 anni e da allora non ho mai smesso di seguirla. Essere laziale significa vivere col fiato sospeso, non essere disposti a scegliere la strada più facile.