Empoli vs Lazio – 18 febbraio 2017




Sabato sera la Lazio torna in campo per un’altra partita decisiva per la propria stagione, visto anche il pari amaro contro il Milan di lunedì scorso. Sarà ospite al Castellani di Empoli, analizziamo l’avversarioditurno!

skorupski

L’ANALISI

La squadra di Martusciello, è attualmente al quart’ultimo posto a quota 22 punti. Non tanti, per una stagione che si è livellata verso il basso per le concorrenti alla salvezza, ma con un confortante +8 sulla terz’ultima, ovvero il Palermo. Un Empoli che si è mantenuta sul livello di galleggiamento per quasi tutto il girone d’andata, per poi sferrare un paio di colpi decisivi ad inizio anno per costruirsi il vantaggio che ha oggi. Squadra robusta, comunque, scorbutica e difficile da affrontare. Ha il peggiore attacco non solo del campionato italiano ma di tutti e 5 i maggior campionati europei: solo 14, infatti, i gol segnati fino ad oggi. Ma da controparte c’è una difesa che regge bene gli urti avversari e non subisce mai più di tanto. L'”under” è uno dei segni preferiti del club empolese, sostenuti dal portiere Skorupski, scuola Roma, che è sempre tra i migliori in campo e tra i migliori dell’intero campionato. Il gioco si sviluppa con un 4-3-1-2 in cui è importante il lavoro del trequartista (prima Saponara, ora con la sua partenza sembra essere El Kaddouri ad aver preso il suo posto) dietro le due punte.

I PRECEDENTI

La trasferta in terra fiorentina, sponda Empoli, non porta molto bene ai colori laziali. Solo 2, infatti le vittorie, contro le 4 avversarie e i 3 pareggi. L’ultima vittoria risale all’autunno 2005, con il successo per 2-3. Gli ultimi precedenti, soprattutto da quando il club azzurro è tornato in A, hanno detto solo Empoli: 2-1 due anni fa, 1-0 con tantissime polemiche per la discutibile direzione arbitrale di Fabbri l’anno scorso.

LA STELLA E GLI EX

La stella dell’Empoli, con la partenza di Saponara è probabilmente il già citato Skorupski che se in giornata è praticamente insuperabile. E la Lazio quest’anno ha sofferto parecchio i portieri in giornata sì… Oltre a lui c’è da tenere d’occhio una squadra che storicamente gioca sempre un gran calcio di collettivo. Non ci sono ex.

L’ANDATA

All’andata la partita terminò 2-0 con i gol di Keità, che sbloccò il risultato, e il raddoppio di Lulic al 90′ dopo un secondo tempo passato totalmente in balìa della squadra empolese che meritava ben altro risultato, costruendo ottime azioni.

LA PROBABILE FORMAZIONE

La formazione che Martusciello impiegherà sabato sera è ancora ricca di ballottaggi e di condizioni da valutare. Davanti a Skorupski, sicuri del posto sembrano essere solo Laurini e Bellusci, per gli altri due posti è grande bagarre con Costa-Cosic-Barba e Pasqual-Dimarco a contendersi una maglia da titolare. A centrocampo ci saranno da valutare le condizioni di Croce: se non dovesse farcela, dentro Josè Mauri, insieme a Krunic e Dioussè. El Kaddouri sarà dietro le punte che saranno Maccarone e Pucciarelli, in vantaggio su Marilungo. Quasi zero chance di recupero per Mchedlidze.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!