6 gennaio 2005: la Lazio vince uno dei più bei derby di sempre!


dicanio-derby-6 gennaio

Da anni ormai è consuetudine giocare nel giorno dell’Epifania per la serie A, che torna dalle fatiche post-natalizie dopo una sosta lunga più o meno quindici giorni. Quest’anno affronteremo il Carpi e la tradizione è piuttosto favorevole ai colori biancocelesti nel giorno della Befana. Come se la vecchietta con la sua scopa spazzerebbe via tutte le nubi che ci sono intorno al cielo (bianco)celeste. Tutte vittorie negli ultimi anni, ma è su una in particolare che ci soffermiamo. E ovviamente stiamo parlando del derby del 6 gennaio 2005, ormai distante ben undici anni. Quel giorno Papadopulo debuttava sulla panchina laziale avvicendando Mimmo Caso nel primo anno di gestione Lotito. E’ una Lazio povera, che lotterà fino alla fine per la salvezza in un campionato che comunque sarà molto strano e aperto (il primo a 20 squadre dopo anni). Ma è una Lazio piena di carattere: Di Canio in primis con un Tommaso Rocchi che si stava mettendo in mostra come centravanti di tutto rispetto.

Ma andiamo al derby: ai pronostici la nostra Lazio sarebbe spacciata, troppo più collaudata la squadra di Del Neri, e invece come nelle migliori delle favole, la situazione viene ribaltata e la Lazio gioca una delle stracittadine più belle, forse quella che è rimasta di più nei cuori dei tifosi. I fratelli Filippini, Cesar, lo stesso Di Canio e Rocchi sembrano come indemoniati, giocando (soprattutto i primi tre) una delle loro migliori partite della loro carriera. La Lazio và in vantaggio alla mezz’ora del primo tempo proprio con Di Canio che, come in un derby lontano sedici anni, di fine anni ’80 segna nuovamente sotto la Sud. E’ il tripudio e soprattutto un’incredibile storia per il figliol prodigo tornato a segnare nella stessa porta e nella stessa partita di molti anni prima. Nel secondo tempo sarà un susseguirsi di emozioni: prima pareggia Cassano poi si scatena ancora la Lazio con i gol dopo appena 5′ di Cesar e il tris finale di Rocchi, che segna così il suo primo gol in una stracittadina. Finisce 3-1 per la gloria di tutto il popolo laziale.

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!