Pagelle Lazio-Roma 3-0




Apoteosi derby, Roma distrutta! Lazio 3, Roma 0: le pagelle.

STRAKOSHA 6.5: Deve compiere solo qualche intervento, la parata della serata però c’è ed è quella su Florenzi. Soffia poco dopo sulla palla dopo la conclusione Pellegrini-Pastore e gli dice bene.

BASTOS 6.5: Seconda prestazione positiva per l’angolano. Commette qualche sbavatura, ma rimedia stesso lui. Grande prestazione! E’ tornato rigenerato dall’infortunio…

ACERBI 7.5: Non ci sono più parole per descrivere quanto sia importante là dietro. Determinante, non fa filtrare un pallone.

RADU 7: Prezioso quanto basta, ci mette la solita grinta che ne fa un condottiere nei derby.

LULIC 6.5: Qualche buono spunto e discesa, difende, lotta, ci sono le sue sgroppate.

LUIS ALBERTO 6: Si vede che non sta ancora bene, prova sufficiente.

LEIVA 7: Il vero motore del centrocampo biancoceleste, dà l’avvio a tutte le azioni.

MILINKOVIC-SAVIC 6.5: Prezioso più in fase difensiva con i tanti cross sventati che in quella offensiva, mostra le sue qualità anche in avanti.

MARUSIC 6:  Torna ad una sufficienza dopo un po’, non è al top della forma. Anonimo ma per questa sera va bene così.

CORREA 7.5: Decisivo sui primi due gol con un assist e il rigore procurato. Tante occasioni create, cosa chiedergli di più?!

CAICEDO 7: Il “Panterone” sigla la prima rete in un derby, mostra freddezza davanti ad Olsen e lotta come un leone. Meritata la standing ovation al momento del cambio.

IMMOBILE 6.5: Entra, segna il rigore, mostra il pancione segno del terzogenito in arrivo. Nervi saldi a battere il penalty, probabilmente nel momento decisivo della gara.

PAROLO 6.5: Assist sul gol di Cataldi, entra bene in partita.

CATALDI 7: Primo gol, da laziale nativo a Roma, in un derby per lui. E’ anche la sua notte.

INZAGHI 8: Il capolavoro tattico è tutto di Inzaghi che torna finalmente a battere una grande e lo fa nella partita più importante. Dalla gara con il Milan questa squadra è solida, sa difendersi bene e mette in difficoltà gli avversari con la qualità davanti.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Dona Online

Antonio Sarnataro
Sono nato a Napoli il 19/06/1993, laureato in Scienze della Comunicazione. Ho una passione smisurata per il calcio (la Lazio), il wrestling e la musica (italiana, Nek). Sono Laziale dal 2001 semplicemente perché… la Lazio era nel mio destino!